Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Marquez vs Lorenzo: continua il “testa-a-testa”

Marquez vs Lorenzo: continua il “testa-a-testa”

I due rivali si sono divisi equamente le sessioni di Silverstone. Domani tenteranno la fuga, ma Pedrosa e Rossi sono lì.

Marquez vs Lorenzo: la costante di queste due giornate dell’Octo British Grand Prix 2015 si è mantenuta anche nella decisiva sessione delle Q2 di questo pomeriggio. Sul tracciato di Silverstone è andato in scena quel duello, per il momento a distanza, che si era già ripetuto nelle libere e che non ha tradito le attese.

Dopo aver preso le misure nelle FP4, Marc Marquez (Repsol Honda) ha messo la “sesta”, nel vero senso del termine: un crono record di 2’00”234 che ha lasciato il rivale Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) a quasi tre decimi. Eppure proprio il maiorchino sembrava, in virtù delle FP2 di ieri e delle FP3 di questa mattina, il più accreditato alla conquista della pole.

Invece, il talento di Cervèra ha mostrato al mondo tutta la sua fame e la sua determinazione in quella che a molti sembra un’impresa disperata o pressochè impossibile: del resto 52 punti non sono affatto pochi da recuperare… tranne se ti chiami Marc Marquez. Il 22enne di casa HRC è perfettamente consapevole e domani i due proveranno a scappare sin dai primi metri dallo spegnimento dei semafori.

Ma queste Q2 ci hanno consegnato altri due segnali importanti: il terzo posto di Pedrosa e il quarto di Valentino Rossi. In pratica, la prima fila è tornata ad esser monopolizzata di piloti spagnoli; contestualmente l’elite dei “Fantastici 4” si è ricompattato rendendo ancor più interessante la corsa di domani.

Perché sia il veterano di Sabadell, sia il nove-volte iridato, potrebbero dire la loro e inserirsi in quel duello che appare quasi scontato. Il “quasi” è d’obbligo, specie quando in ballo c’è la leadership della classifica iridata. Il Dottore aprirà dunque la seconda fila, accompagnato dalle M1 satellite del team Monster Yamaha Tech3.

Stavolta però è stato lo spagnolo Pol Espargarò a precedere il compagno di squadra Bradley Smith, fresco di rinnovo per il 2016 con la struttura di Hervè Poncharal. Il 24enne di Oxford è stato il primo dei piloti di casa presenti in griglia, precedendo le RC213V dei connazionali Scott Redding (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) e Cal Crutchlow (LCR Honda).

In difficoltà, staccata di circa mezzo secondo, troviamo la prima moto di Borgo Panigale: Andrea Iannone (Ducati Team) chiude in nona posizione nonostante la velocità di punta più elevata di 329,9 km/h. Il pilota di Vasto ha preceduto la GSX-RR di Aleix Espargarò (SUZUKI ECSTAR), e le due Desmosedici di Yonny Hernandez (Octo Pramac Racing) e del team-mate Andrea Dovizioso.

Proprio il colombiano e il pilota di Granollers avevano brillato nelle Q1, vincendo la concorrenza dei rispettivi compagni di squadra Danilo Petrucci e Maverick Viñales. Alle spalle del rookie della classe regina, si piazza la RS-GP del tedesco Stefan Bradl (Aprilia Racing Gresini), quattordicesimo davanti alla Open del suo ex compagno di squadra, il francese Loris Baz (Forward Racing).

La classe regina tornerà in pista domani alle 09:30 locali (le 10:30 in Italia) per il Warm Up, mentre alle 13:00 (le 14:00 italiane) scatterà la dodicesima gara della stagione 2015 del Campionato del Mondo MotoGP™.

La griglia di partenza della classe MotoGP™ a Silverstone

Tags:
MotoGP, 2015, OCTO BRITISH GRAND PRIX, Q2, Dani Pedrosa, Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Movistar Yamaha MotoGP, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›