Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Hayden: "Lorenzo non commette quasi mai errori"

Hayden: 'Lorenzo non commette quasi mai errori'

L'ex-campione del mondo 2006 parla a motogp.com del circuito del MotorLand e della battaglia iridata tra Rossi e Lorenzo.

Nicky Hayden è stato l'ultimo campione del mondo MotoGP™ nell'era delle 990cc nel 2006. Ma Kentucky-Kid conosce molto bene il tracciato del MotorLand Aragon, circuito sul quale ha concluso col terzo gradino del podio proprio nell'anno della sua inaugurazione nel calendario 2010. Nell'occasione lo statunitense passò nelle ultime battute della gara Jorge Lorenzo, che a fine stagione si aggiudicò il titolo iridato.

Sei stato tra i primi tre piloti a salire sul podio del MotorLand nel 2010. Qual è la particolarità di questo circuito?

"Penso che sia un circuito fantastico, molto tecnico. Ha molti cambi di pendenza e curvoni ciechi dove si può a malapena a vedere bene l'ingresso; bisogna quindi essere molto decisi, a me piace molto. È importante avere riferimenti chiari per la frenata, specie nelle curve a destra. Non è un circuito facile, ma ciascuno ha le sue sfide, e questo è il bello".

Proprio qui nel 2010 con Casey Stoner è stata anche l'ultima volta che due Ducati sono salite sul podio fino all'inizio di questo 2015. Ci parli di quella gara?

"Fu un grande risultato per la Ducati, ma fu affatto una stagione facile per noi. Credo si trattò della prima vittoria di Casey quell'anno, fece davvero una gran gara. Lui e Pedrosa riuscirono a scappare via fin dall'inizio, mentre io me la sono vista con Lorenzo. Jorge non commette quasi errori ed è difficile superarlo. Nell'ultimo giro ho trovato un varco all'interno quando non se l'aspettava, perché è un luogo dove se si desidera proteggere la posizione, è necessario uscire sacrificare il lungo backstretch. Fu una bgrande giornata e nel team Ducati erano tutti molto felici. Fu bello salire sul podio insieme a Casey."

Cosa ne pensi della lotta per il titolo MotoGP™ 2015?

"E' fantastico per il nostro sport! Tutti i campionati più belli si sono decisi all'ultima gara. Valentino è una vera star e tutti volevano rivederlo lottare per il titolo. E' un'icona che va al di là del motociclismo. Basti pensare che in molti non guardano le gare della MotoGP, ma tutti sanno chi è Valentino. Lui e Lorenzo stanno dando spettacolo quest'anno. Valentino ha un buon vantaggio, ma il ritmo di Lorenzo ... è il classico pilota che può vincere diverse gare consecutivamente. Il Campionato non è affatto chiuso e, seppur Valentino ha un certo vantaggio, credo che bisognerà attendere Valencia!"

Quali sono i tuoi progetti per la prossima stagione?

"In realtà questa stagione non è andata proprio come mi aspettavo. Non è stato facile per nessuno, né per la squadra nè per me. Perdere il nostro main sponsor dopo la prima gara non ci ha aiutato, ma siamo andaio avanti con una mentalità positiva. Non so nulla del mio futuro. Ho parlato con diverse persone, sto considerando di poter correre nel Mondiale Superbike. Di sicuro ho ancora voglia di correre e penso di avere ancora tanto da offrire. Spero quindi di poter trovare una buona soluzione in cui possa divertirmi ed esser competitivo".

Tags:
MotoGP, 2015, GRAN PREMIO MOVISTAR DE ARAGÓN, Nicky Hayden, Aspar MotoGP Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›