Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Rossi: "Ho giocato tutte le mie carte"

Rossi: 'Ho giocato tutte le mie carte'

​Il pesarese chiude terzo al Gran Premio Movistar de Aragona e resta leader con 14 punti di vantaggio.

Con il suo compagno di squadra e rivale per il titolo, Jorge Lorenzo, vittorioso al MotorLand Aragon, Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) ha ingaggiato un appassionante duello con Dani Pedrosa (Repsol Honda Team) per il secondo gradino del podio: ad aggiudicarselo alla fine è stato il veterano di Sabadell, che ha saputo rispondere agli attacchi del nove-volte iridato.

Il Dottore conserva la leadership della classifica iridata sul maiorchino, sebbene il suo vantaggio si è assottigliato a 14 punti, quando mancano 4 gare alla fine:

"Non ero sufficientemente veloce per stare davanti a Dani, e inoltre lui aveva un buon ritmo. Ho provato a tenergli la ruota, anche quando lui ha iniziato a forzare il ritmo per poter lottare nelle fasi finali. Alla fine ho giocato tutte le mie carte, anzi di più, incluso alcune che inizialmente non avevo nemmeno considerato. Ma non è stato possibile, oggi Dani era semplicemente più veloce di me.

In effetti, l’ultima chicane non è un buon punto per sorpassare, però ormai era la mia unica possibilità. Perché se Dani riusciva a uscire, non avrei avuto nessun’altra opzione. Ci ho provato, è andata bene, per un attimo ho creduto persino di poter tenere la linea, ma sfortunatamente Dani mi ha passato ancora.

Quando perdi un duello come questo hai sempre una strana sensazione, ma ad ogni modo sono contento perché è comunque un buon risultato e una bella gara per me".

Tags:
MotoGP, 2015, GRAN PREMIO MOVISTAR DE ARAGÓN, RAC, Valentino Rossi, Movistar Yamaha MotoGP

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›