Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Lorenzo non molla, ma Rossi c’è!

Lorenzo non molla, ma Rossi c’è!

Acceso testa-a-testa nelle qualifiche ufficiali della MotoGP™, con i rivali per il titolo divisi da 81 millesimi.

E adesso… viene il bello! Qualifiche incandescenti tra i due compagni di squadra della Movistar Yamaha e rivali per il titolo iridato 2015, Jorge Lorenzo e Valentino Rossi. Il maiorchino finora non ha lasciato nulla agli avversari, eppure alla fine di questo sabato pomeriggio non è del tutto contento e, forse, anche un po’ sorpreso.

Dopo aver brillato, dominato e impressionato il mondo interpretando alla perfezione il Twin Ring di Motegi come nessuno mai prima di lui, Lorenzo ha visto il suo vantaggio dagli inseguitori ridursi, anche per il calo delle temperature. Chiuse le FP3 davanti alla coppia delle Ducati, nelle successive FP4 ha visto Valentino rifarsi sotto.

Il pesarese ha adottato una strategia che si è rivelata azzeccata acquisendo, sessione dopo sessione, maggior confidenza con la moto e un buon ritmo anche con gli pneumatici. Motegi è un circuito favorevole a Jorge, ma il meteo sta rapidamente cambiando e la pioggia prevista per domani potrebbe rimescolare le carte.

In prima fila, uno stoico Marc Marquez (Repsol Honda) piazza la zampata del campione nonostante la frattura alla mano operata la settimana scorsa. Il talento di Cervera non riesce a scendere sotto il muro dell’1’43” come i rivali della Yamaha ma si mette dietro le due Ducati di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone, nonché il compagno di squadra Dani Pedrosa.

Nelle FP4 le due GP15 ufficiali del Ducati Team hanno fatto esordire altre due ali supplementari (all’altezza del cupolino) che hanno spinto gli alfieri di Borgo Panigale in seconda fila. Alle spalle del veterano di Sabadell, la prima delle due Suzuki che quest’oggi si sono ben comportate.

Aleix Espargarò (SUZUKI ECSTAR) apre la terza fila davanti ai britannici Cal Crutchlow (LCR Honda) e Bradley Smith (Monster Yamaha Tech3), divisi tra poco più di un decimo, sempre a giocarsi il ruolo di miglior pilota satellite dello schieramento. L’altra GSX-RR, che di fatto chiude la Top 10, nelle Q1 si è resa protagonista grazie a Maverick Viñales.

Promosso alle Q2 insieme al rookie della classe regina anche Scott Redding (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS), dodicesimo dietro Pol Espargarò a precedere il tedesco Stefan Bradl (Aprilia Racing Gresini), incredibilmente a suo agio sulla RS-GP tanto da tenersi dietro il compagno di squadra Alvaro Bautista e le Desmosedici di Hernandez e Petrucci.

Alle spalle del pilota di Terni, troviamo la prima Open dello schieramento: Hector Barberà (Avintia Racing) scatterà domani dalla 18ª casella dello schieramento. La classe regina tornerà in pista domani alle 09:40 locali (02:40 in Italia) per il Warm Up, mentre alle 14:00 (le 07:00 italiane) scatterà la quindicesima gara della stagione 2015 del Campionato del Mondo MotoGP™.

La griglia di partenza della classe MotoGP™ a Motegi

Tags:
MotoGP, 2015, MOTUL GRAND PRIX OF JAPAN, Q2, Valentino Rossi, Dani Pedrosa, Marc Marquez, Jorge Lorenzo, Andrea Iannone, Andrea Dovizioso, Repsol Honda Team, Movistar Yamaha MotoGP, Ducati Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›