Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

La MotoGP™ nella terra dei canguri

La MotoGP™ nella terra dei canguri

Le stelle della classe regina hanno inaugurato il Pramac Australian Motorcycle Grand Prix 2015.

La tradizionale conferenza stampa del giovedì ha inaugurato ufficialmente il sedicesimo appuntamento del Campionato del Mondo MotoGP™ 2015, di scena questo fine settimana sull’affascinante tracciato di Phillip Island.

Il primo a rispondere alle domande dei media è il leader del Mondiale, Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP). Il Dottore, reduce dal secondo posto di Motegi che gli ha consentito di guadagnare altri 4 punti sul suo diretto rivale in classifica, ha già trionfato su questa pista in ben 8 occasioni:

“È una stagione molto difficile e lunga! Dall’inizio lottiamo punto su punto e per tutti è grande motivazione, ma al tempo stesso è difficile mantenere la concentrazione e dare sempre il massimo. 18 punti possono essere un buon vantaggio, ma possono esser anche pochi. Abbiamo tre gare davanti, ma questa pista che mi piace molto. Ho sempre ottenuto dei buoni risultati e ho dei bei ricordi, ma come sempre tutti gli avversari sono molto forti, soprattutto Jorge. Da domani mattina avrà inizio una nuova battaglia e le libere saranno importanti per arrivare pronti alla gara di domenica. Phillip Island è una pista molto tecnica in cui devi trovare il giusto equilibrio e il corretto setting. Anche il tempo è fondamentale, perché qui cambia tantissimo. Oggi è fantastico, ma tutti dicono che durante il fine settimana sarà più freddo, speriamo in una gara asciutta.

Dalla prima gara di quest’anno che ci sono sei piloti a lottare per la vittoria o almeno per il podio: è difficile fare un calcolo. Nelle ultime gare Pedrosa è tornato davanti, mi ha superato ad Aragon facendomi perdere quattro punti da Jorge e poi a Motegi è andato a vincere. Non dimentichiamoci anche di Marquez e delle due Ducati, che possono dire la loro. Un Campionato così incerto a tre gare dalla fine… sì, questa è la stagione più difficile degli ultimi anni.”

Il suo rivale in Campionato e compagno di squadra nel team ufficiale Yamaha non avrà certo un compito facile: Jorge Lorenzo sarà obbligato a vincere tutte le gare che rimangono in calendario, a cominciare da questo appuntamento australiano:

“Quest'anno sono successe molte cose, ma adesso dobbiamo solo concentrarci su queste ultime tre gare e provare e a vincere il più possibile se vogliamo arrivare a Valencia ed avere la possibilità di giocarci il titolo. Il Campionato è il nostro unico obiettivo, quindi continueremo a lavorare nello stesso modo sulla moto, sul setting e sulla guida.

Probabilmente questa è la pista più bella del calendario. Il posto è meraviglioso, specie se si può correre in condizioni soleggiate e con assenza di vento: il tracciato perfetto per aprire tutto il gas e scorrere nei curvoni veloci.”

Negli ultimi due round Dani Pedrosa (Repsol Honda) si è dimostrato il pilota più in forma del lotto raccogliendo il maggior numero di punti grazie alla piazza d’onore di Aragon e al primo gradino del podio a Motegi:

“Nelle ultime due gare abbiamo fatto delle buone prestazioni e sono impaziente di affrontare queste ultime tre gare. È stata una stagione difficile, specie all’inizio per me, ma adesso voglio concentrarmi per finire bene il campionato. E’ importante per la mia fiducia, specie per iniziare al meglio la prossima stagione. La pista offre delle curve bellissime, ma la gara sarà dura, soprattutto per gli pneumatici. Dobbiamo per tanto esser bravi a trovare subito un buon equilibrio.”

Segnali di ripresa sono arrivati anche da Andrea Dovizioso (Ducati Team). Il forlivese, appena cinque giorni fa in gara è tornato ad esser la miglior Desmosedici in pista; ora deve guardare con fiducia a questo rush-finale se vuole recuperare posizioni in classifica:

“A Motegi, in condizioni di asciutto, la nostra velocità era abbastanza buona e abbiamo visto alcune cose positive sulla moto; purtroppo sul bagnato non ero competitivo come pensavo. Non ho potuto spingere per tutta la gara: la quinta posizione in quelle condizioni difficili è dunque buona anche se non posso esser contento del gap che ci ha divisi dai primi. Questo fine settimana sarà molto importante per noi: Phillip Island è una pista completamente diversa nella quale è difficile trovare il giusto set-up per la gestione degli pneumatici e la velocità di punta.”

Non poteva mancare in questa Press Conference l’unico rappresentante del Paese che ospita l’evento. Jack Miler (LCR Honda) può puntare sulla conoscenza del tracciato e sul calore dei tifosi locali per chiudere il gap con la leadership della categoria Open:

“Non voglio creare nessuna aspettativa, è il mio primo anno in MotoGP™ e questa è una delle piste più difficili del calendario. Ma, nonostante il forte vento, credo sia un tracciato che si può adattare bene alla nostra moto. L'anno prossimo correrò per Marc VDS: non vedo l'ora di iniziare il mio prossimo capitolo in MotoGP. La moto e il team sembra davvero un pacchetto impressionante. Vorrei ringraziare comunque Lucio e la LCR per gli sforzi fatti per me.”

Invitato speciale al tavolo dei “big”, uno che ha tutte le carte in regola per diventarlo. Danny Kent (Leopard Racing) si gioca infatti a Phillip Island il secondo e forse decisivo match-point per laurearsi Campione del Mondo 2015 della categoria cadetta:

“Già in Giappone c’era la possibilità di vincere il Campionato, ma non abbiamo avuto fortuna. Credo invece che questo fine settimana possa esser la volta buona. La motivazione è alta e non vediamo l'ora di farlo. Naturalmente, è difficile per me: gli altri anni lottavo per l’ottava o la nona posizione, in questa stagione sono sempre stati ai vertici. Bastianini inoltre deve ora concentrarsi sul conservare il secondo posto da l ritorno di Oliviera: ho davvero la grande occasione di lasciare l'isola da Campione del Mondo.”

Domani le tre classi del Campionato del Mondo MotoGP™ scenderanno in pista a Phillip Island a partire dalle 10:00 locali (la 01:00 in Italia) per i primi due turni di prove libere del Pramac Australian Motorcycle Grand Prix 2015.

Tags:
MotoGP, 2015, PRAMAC AUSTRALIAN MOTORCYCLE GRAND PRIX, Dani Pedrosa, Jack Miller, Valentino Rossi, Andrea Dovizioso, Danny Kent, Jorge Lorenzo, Leopard Racing, Movistar Yamaha MotoGP, Ducati Team, LCR Honda, Repsol Honda Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›