Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Lorenzo risponde a Pedrosa

Lorenzo risponde a Pedrosa

I due spagnoli si alternano al comando nei primi due turni di libere. Tra i “big” Rossi è l’unico a non migliorarsi nelle FP2.

Una sessione a testa e palla al centro. Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) e Dani Pedrosa (Repsol Honda) sono stati i due protagonisti di questa prima giornata allo Shell Malaysia Motorcycle Grand Prix, penultimo appuntamento della stagione 2015.

Sul Sepang International Circuit, i due connazionali si sono alternati in vetta alla graduatoria dei tempi, con il maiorchino che alla fine è risultato esser il più veloce grazie al crono registrato nelle FP2. Apparso in gran forma, il pilota della Yamaha ha chiuso la prima sessione con un ritardo di due decimi dal veterano di Sabadell, che a sua volta nel pomeriggio ha dovuto incassare la risposta per appena 47 millesimi.

Chi invece non si è mai staccato dal terzo posto è stato Marc Marquez: il vincitore di Phillip Island ha accusato un leggero ritardo dal suo compagno di squadra, che qui sembra intenzionato cogliere la vittoria che su questo tracciato ha già colto nelle edizioni 2012 e 2013.

Giù dalla ‘prima fila virtuale’ sia piazza ancora una volta Andrea Iannone (Ducati Team). Il pilota di Vasto si conferma quarta forza del Campionato, gravitando costantemente ai piani alti e girando sullo stesso ritmo dei primi della classe regina: 14 millesimi dal campione del mondo in carica sono un bel biglietto da visita, per esser ‘solo’ al venerdì.

L’unico tra i ‘big’ a non migliorare i propri riferimenti cronometrici tra la prima e la seconda sessione di prove libere è Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP). Non inizia dunque benissimo questo weekend il leader del mondiale, che chiude le FP2 soltanto all’ottavo posto, poi convertito in 5º nella combinata di fine giornata per il tempo fatto registrare al mattino.

Non si può certo parlare di allarme, ma di sicuro il Dottore e il suo equipaggio dovranno rimboccarsi le maniche per limare decimi preziosi e poter partire davanti in vista delle qualifiche ufficiali di domani. Alle sue spalle l’inglese Cal Crutchlow (LCR Honda), che chiude la giornata da miglior pilota satellite tenendosi al contempo dietro le moto ufficiali di Aleix Espargarò (SUZUKI ECSTAR) e Andrea Iannone (Ducati Team).

Il pilota di Granollers porta nuovamente la GSX-RR in piena Top 10, sfiorata dal suo compagno di squadra, il rookie Maverick Viñales, mentre il forlivese accusa sette decimi dal proprio team-mate. In decima posizione l’altra Desmosedici di Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing). Il pilota di Terni si vede stretto nella morsa di altri due piloti che non migliorano nel pomeriggio: Scott Redding (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) e Hector Barberà (Avintia Racing).

Il valenziano è il migliore quest’oggi della categoria Open e si toglie la soddisfazione di precede le più quotate moto ufficiali del già citato Viñales e del tandem Pol Espargarò e Bradley Smith: irriconoscibili le M1 del team Monster Yamaha Tech3 e tra stasera e domani ci sarà parecchio lavoro nei box della struttura di Hervè Poncharal.

Stefan Bradl (Aprila Racing Gresini) precede le due Open del team Aspar, Eugene Laverty e Nicky Hayden, mentre i due autraliani Anthony West (AB Motoracing) e Damian Cudlin (E-Motion IodaRacing) anche in quest’ocasioni recitano la parte dei ‘fanalini di coda’.

La classe regina tornerà in pista domani alle 09:55 locali (le 03:55 in Italia) per la terza sessione di Prove Libere; quindi le FP4 di rifinitura che faranno da preludio ai due turni da 15 minuti delle Q1 e delle Q2 (le 14:10 locali; le 08:10 italiane) che decideranno la griglia di partenza dello Shell Malaysia Motorcycle Grand Prix 2015.

La combinata del venerdì della MotoGP™ a Sepang

Tags:
MotoGP, 2015, SHELL MALAYSIA MOTORCYCLE GRAND PRIX, FP2, Marc Marquez, Cal Crutchlow, Dani Pedrosa, Jorge Lorenzo, Hector Barbera, Valentino Rossi, Andrea Iannone, Repsol Honda Team, Movistar Yamaha MotoGP, LCR Honda, Avintia Racing, Ducati Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›