Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Macinando chilometri, così si prepara la gara

Macinando chilometri, così si prepara la gara

Il giro più veloce dei test vale il primato in classifica tempi e fa sempre eco. Ma c’è ben altro nella preparazione della stagione...

Il primato in tabella tempi conquistato da un pilota durante le prove fa sempre notizia, la velocità sul singolo passaggio è dimostrazione di forza e grande preparazione della moto, del pilota e della scuderia. Per arrivare a questo c’è tanto lavoro da fare. I tecnici e gli ingegneri possono fare innumerevoli simulazioni in fabbrica ma l’unico vero banco di prova per un prototipo del MotoGP™ è la pista con in sella il pilota dove, macinando chilometri, si ottengono le informazioni più importanti. Con i cambiamenti tecnici del 2016 e l’ingresso delle nuove gomme Michelin la raccolta dei dati è più fondamentale che mai in questa stagione e le percorrenze sul tracciato con la costanza del passo diventano indicatori della condizione ottimale.

Tre test su tre piste diverse, Sepang, Phillip Island e Losail, hanno dato la possibilità ai piloti e alle scuderie di sperimentare un’ampia gamma di combinazioni e assetti. Con 449 giri percorsi nel totale delle prove pre-campionato è Marc Marquez del team Repsol Honda il recordman di chilometri percorsi. Il talento di Cervera ha fatto tre giri in più di Tito Rabat, scuderia Estrella Galicia 0,0 Marc VDS. Entrambi gli spagnoli hanno lavorato sul passo per risolvere i rispettivi problemi alle loro Honda, aumentare la sensibilità con le nuove gomme e, nel caso del rookie Rabat, prendere confidenza con la massima cilidarata.  

Il terzo di questa speciale classifica di chilometri fatti è Valentino Rossi. Il pilota Movistar Yamaha ha dimostrato che pur passando gli anni rimane uno dei più in forma fisicamente. Il Dottore ha completato 445 giri, 71 dei quali solo a Phillip Island.

 

CLASSIFICA DEI GIRI TOTALI 

Marc Marquez 449

Tito Rabat 446

Valentino Rossi 445

Bradley Smith, 440

Scott Redding 436

Cal Crutchlow 411

Andrea Iannone 410

Maverick Viñales 407

Andrea Dovizioso 407

Jorge Lorenzo 385

Pol Espargaro 360

Yonny Hernandez 337

Dani Pedrosa 329

Loris Baz 329

Hector Barbera 325

Aleix Espargaro 317

Eugene Laverty 285

Danilo Petrucci 239

Alvaro Bautista 236

Stefan Bradl 231

Jack Miller 198

 

Nella seconda giornata di test a Phillip Island i 21 piloti in pista hanno completato 1293 giri. Andrea Dovizioso nel secondo giorno australiano ha fatto 88 giri, il record di tutti i tre test.  

A Sepang invece i giri sono stati 2716, il test con più percorrenze della pre-season. Un appuntamento che, anche da questo punto di vista, ha dimostrato la sua importanza del lavoro sulle nuove gomme e sulla nuova elettronica. Durante le prove malesi Bradley Smith, Monster Yamaha Tech3, ha completato 179 giri nei tre giorni, record nel singolo test.

Dopo aver perso l’appuntamento a Sepang e di essere costretto alla defezione dovuta ad una caduta in Qatar, Jack Miller del team Estrella Galicia 0,0 Marc VDS ha percorso 198 passaggi nel totale dei suoi test invernali del 2016 con 101 giri solo sul circuito di Beach Road.

I piloti Aprilia Racing Team Gresini hanno preso parte a solo due prove, 236 giri per Alvaro Bautista con una media di 118 passaggi per circuito mentre Stefan Bradl ne ha fatti 231 con la media 115,5 giri. I due portacolori della scuderia italiana hanno lavorato duramente sul loro prototipo tentando di migliorare le prestazioni della nuova RS-GP 2016 mettendo chilometri sul motore.

 

Il numero di passaggi e i tempi sul giro dei test a Sepang li puoi vedere qui.

Il numero di passaggi e i tempi sul giro dei test a Phillip Island li puoi vedere qui.

Il numero di passaggi e i tempi sul giro dei test in Qatar li puoi vedere qui.

Tags:
MotoGP, 2016

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›