Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Smith: “Le gomme faranno la differenza”

Smith: “Le gomme faranno la differenza”

Buon inizio in Qatar per Bradley Smith con il proposito di fare ancora meglio in Argentina.

Il duello qataro tra Pole Espargaro e Bradley Smith, i due portacolori Monster Yamaha Tech3, è stato avvincente con lo spagnolo che ha tagliato il traguardo davanti al britannico. Il numero 38 però è determinato a fare meglio nel GP di Argentina che scatterà tra poche ore sul tracciato di Termas de Rio Hondo magari strappando proprio al compagno di scuderia il titolo di miglior pilota non ufficiale. Smith inoltre, dal 2017 sarà uomo KTM per il nuovo progetto della casa austriaca nella classe regina e adesso può affrontare a mente sgombera la stagione. Inoltre, il britannico su M1 atterra in Argentina con un record: 25 finiture a punti consecutive come indice di una grande continuità; adesso sul tracciato di Rio Hondo dove nel 2014 e 2015 arrivò settimo e sesto Smith può allungare la serie.   

Bradley Smith: “Il GP argentino rappresenta un appuntamento importante e impegnativo per me e il mio team. La stagione è iniziata bene. In Qatar sono arrivato ottavo e qui voglio migliorarmi. A Losail ero molto vicino al mio compagno di scuderia e adesso mi piacerebbe salire di una posizione e diventare il primo pilota dietro ai corridori ufficiali. L’anno scorso è stato un fine settimana molto avvincente quello a Termas de Rio Hondo ma sono riuscito a conquistare la sesta posizione finale. Credo che quest’anno le gomme faranno la differenza anche perché, rispetto al Qatar, l’asfalto è molto diverso. Il mio programma è capire da subito le condizioni della pista in modo da fare la scelta migliore per le qualifiche e per la gara; nel primo GP abbiamo visto che possiamo essere abbastanza competitivi ma ogni gara va interpretata come una sfida e spingendo forte fino alla fine”. 

Tags:
MotoGP, 2016, GRAN PREMIO MOTUL DE LA REPÚBLICA ARGENTINA, Bradley Smith, Monster Yamaha Tech 3

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›