Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Zarco, sul gradino più alto del podio in Argentina

Zarco, sul gradino più alto del podio in Argentina

Il secondo GP della categoria intermedia si conclude con la vittoria di Zarco. Lowes è secondo seguito da Folger.

Il Campionato del Mondo Moto2™ 2016 arriva in Argentina e il GP sulla pista di Termas de Rio Hondo è vinto da Johan Zarco, Ajo Motorsport. Dietro di lui si posizionano Sam Lowes, Federal Oli Gresini e Jonas Folger, Dynavolt Intact GP.

La prima fila della griglia di partenza è composta da Lowes, Zarco, campione del mondo in carica e Folger che a posizioni diverse saliranno sul podio finale. Franco Morbidelli, scuderia Estrella Galicia 0.0, parte dalla quinta piazza come primo degli italiani.

Ormai la pista che in precedenza ha ospitato la gara della Moto3™ è asciutta nonostante il cielo ancora coperto. La pioggia che ha caratterizzato il Warm Up dominato da Zarco è ormai passata e solo qualche pozza è presente a bordo pista. Tutte le 600cc montano slick.

Il semaforo della classe intermedia si spegne e inizia la bagarre, Folger parte bene e soffia il primato a Lowes e Zarco, seguono Morbidelli e Takaaki Nakagami, Idemitsu Honda che battagliano per la quarta piazza ma l’italiano allunga subito.

Scintille tra i tre al vertice ai quali si aggiunge subito Morbidelli; Alex Rins, Paginas Amarillas, è quinto e sesto Hafizh Syahrin, Petronans team che a meno 21 giri è staccato dalla vetta di 5.700s.

Cade Alex Marquez di Estrella Galicia 0.0 alla curva 1.

Lowes passa il tedesco e allunga staccandolo di mezzo secondo. Lotta tra Syhrin e Domenique Aegerter della scuderia Carxpert Int per la quinta piazza. Mentre Lowes prova a staccare i corridori che lo precedono ma senza riuscirci. Il quartetto è racchiuso in 0.325 secondi con il quinto distante di sei.

Sportellate tra l’iridato in carica e Folger: al decimo giro lo spagnolo entra duro, il tedesco apre la traiettoria e scivola al terzo posto. Va poi largo alla curva successiva ed è passato anche da Morbidelli. L’italiano poi punta Zarco e in un paio di occasioni prova ad insidiarlo per la seconda piazza.

Folger non cede e spinge per recuperare da quarto posto momentaneo segnando il miglior crono di 1:46.387s che lo porta vicino a Morbidelli, staccato dal duo di testa, e lo supera.

I gruppo dei quattro si allunga e si compatta giro dopo giro preannunciando un arrivo in volata. La moto di Lowes accusa un problema meccanico, il britannico probabilmente sbaglia la scalata e perde tempo all’uscita di curva e Zarco si avvicina sul rettilineo del traguardo. Il pilota di Cannes stacca alla curva 1 e sorpassa il britannico.

Cade alla curva 7 Sandro Cortese, scuderia Dynavolt Intact mentre Rins, team Paginas Amarillas, fa il nuovo giro veloce, 1:45.268s ma rischia di cadere alla curva tre, intanto Thomas Luthi, del team Garage Plus GP e il leader del campionato è ottavo.

Le posizioni restano immutate quando mancano quattro giri alla fine della gara, Rins migliora e Lowes ora è terzo alle spalle di Morbidelli prova a ritornare sotto gli scarichi della Kalex dell’italiano. Folger sembra definitivamente quarto. Il britannico spinge e ripassa il portacolori Estrella Galicia che scivola a metà curva 1, gara finita per l’italiano.

La corsa della Moto2™ termina così, con Zarco che taglia il traguardo davanti al britannico e a Folger.

Primo degli italiani è Mattia Pasini, Italtrans Racing, decimo a oltre 30 secondi dalla vetta.

Prossimo appuntamento per la classe intermedia sarà il Grand Prix of the Americans settimana prossima.

I risultati della gara a Termas de Rio Hondo sono consultabili qui.

Tags:
Moto2, 2016, GRAN PREMIO MOTUL DE LA REPÚBLICA ARGENTINA, RAC, Johann Zarco, Sam Lowes, Jonas Folger, Ajo Motorsport, Dynavolt Intact GP, Federal Oil Gresini Moto2

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›