Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Dovizioso: “Finale pesante da accettare”

Dovizioso: “Finale pesante da accettare”

Texas sfortunato per Dovizioso; in soli sette giorni è coinvolto in una seconda caduta con la RC213VV di Pedrosa che lo mette KO.

Decisamente sfortunata la gara texana di Andrea Dovizioso, pilota del team Dicati. Il forlivese partiva dalla seconda fila e, dopo un ottimo avvio, alla fine del primo passaggio è salito al secondo posto mantenendo la posizione fino a quando nel corso del quinto giro è stato superato da Lorenzo. Dovizioso è rimasto in scia al pilota spagnolo e si stava difendendo dalla rimonta di Pedrosa, fino a quando il pilota della Honda non ha commesso un errore alla staccata della prima curva, centrando la Desmosedici GP dell’incolpevole pilota italiano e ponendo fine alla sua bella gara. Dal grande fair play il gesto del portacolori HRC che prima a bordo pista e poi nel box Ducati si è scusato con il collega, al secondo ritiro in sette giorni dopo lo scontro in Argentina con il compagno di scuderia Andrea Iannone.

Andrea Dovizioso: “Sono davvero molto deluso perché anche oggi non ho potuto finire la mia gara a causa dell’errore di un altro pilota, e perdere due podi possibili su tre è l’aspetto più pesante da accettare in ottica campionato. Però voglio anche guardare ai lati positivi: non mi sono fatto male e vista la dinamica dell’incidente poteva andare molto peggio. E poi in tre gare diverse, in situazioni molto difficili da gestire per le gomme, siamo stati sempre in grado di lottare per il podio. Oggi saremmo potuti essere secondi in campionato a pochi punti da Marquez, quindi da questo punto di vista sono molto contento del lavoro che stiamo facendo. Anche quando in prova non siamo molto veloci, in gara riusciamo ad essere sempre competitivi: questo è il modo in cui deve correre un pilota ufficiale quando pensa al campionato.”

Tags:
MotoGP, 2016, RED BULL GRAND PRIX OF THE AMERICAS, RAC, Andrea Dovizioso, Ducati Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›