Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass

Laverty: “Ho spinto al massimo”

Laverty: “Ho spinto al massimo”

Dopo il nono posto in gara a Jerez e i risultati dei test sulla stessa pista è tempo di analisi e soddisfazione per il polita Aspar Team.

Eugene Laverty taglia il traguardo di Jerez de la Frontera al nono posto dopo una gara di rimonta con l’obiettivo della top ten. L’irlandese del team Aspar conquista così il suo miglior risultato di sempre in un GP come secondo dei piloti Ducati dietro al portacolori ufficiale Andrea Iannone. In classifica il numero 50 precede l’italiano del Team al nono posto. Anche per Laverty il lunedì dopo la gara è servito per testare novità tecniche importanti sulla pista Andalusa lavorando anche sulla nuova forcella e su una migliore posizione di guida. Dopo 85 giri il suo miglior crono è stato 1:41.462s.

Eugene Laverty: “Mio fratello mi ha detto che questa gara non sarebbe stata come le precedenti e così è stato, non sono caduto e ho spinto al massimo. Venerdì ho anche testato la nuova frizione che mi ha aiutato in una partenza fantastica. Ho ottenuto un grande risultato. In Argentina stavamo cercando un po’ la rotta e abbiamo avuto un po’ di fortuna mentre questa gara è stata il risultato di un grande lavoro. Mi stavo avvicinando a Pol Espargaro ma la frizione mi slittava un po' e ho perso qualche metro; non fa nulla, la moto era perfetta”. Il pilota Ducati parla delle prove di lunedì, “Questo è stato il nostro primo vero test e abbiamo ottenuto dei buoni risultati. Nel corso della stagione non si può provare tanto e questo la giornata aggiuntiva a Jerez ci è servita per fare un buon lavoro con delle modifiche sul set-up e sul telaio, abbiamo lavorato anche sulle Michelin per avere un feeling migliore con l’anteriore”.

Tags:
MotoGP, 2016, GRAN PREMIO RED BULL DE ESPAÑA, RAC, Eugene Laverty, Pull & Bear Aspar Team

Altri aggiornamenti cui potresti esser interessato ›