Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
18 ore fa
By motogp.com

Morbidelli: “Il mio obiettivo? Arrivare nei primi cinque”

Il pilota Estrella Galicia 0,0 commenta la sua stagione. L'intervista a uno dei protagonisti della Moto2™ tra passato, presente e futuro.

Franco Morbidelli è una delle promesse italiane nella classe intermedia. In una categoria dove la competizione è alta e non sempre le qualità del singolo riescono a emergere, il portacolori Estrella Galicia 0,0 VDS è ora decimo in classifica generale ma secondo dei piloti tricolore. Nativo di Roma, classe 1994 e pilota VR46 Academy, è uno dei giovani nomi del motociclismo nazionale. In questo 2016 sta vivendo la sua quarta annata nel Campionato del Mondo Moto2™ e si può certamente affermare che le stagioni al suo attivo siano meno visto l’infortunio alla tibia e al perone sofferto nel 2015. L’incidente ha costretto Morbidelli a saltare quattro GP prendendo parte alle ultime gare dell’anno in condizioni non ottimali. Il 2016 può essere l’anno del riscatto e delle conferme, motogp.com lo ha intervistato in esclusiva.

Sei il secondo italiano in classifica iridata della Moto2™, come valuti il tuo inizio di stagione?

“L’inizio non è andato malissimo, abbiamo avuto solo un po' sfortuna nelle prime gare. Adesso siamo in un momento un difficile perché siamo veloci ma non riusciamo a fare dei risultati top. Comunque in classifica sono ancora a dieci punti dalla quinta piazza”.

Quali erano le tue aspettative dopo l’infortunio che ha segnato l’anno scorso e, probabilmente, il risultato finale del campionato 2015?

“Finita la passata stagione ho iniziato subito il programma di recupero. Ho lavorato con grande impegno e ho incominciato questo 2016 abbastanza bene, subito forte. Non mi sto portando dietro alcuno strascico. Ci è voluto un po’ di tempo per recuperare ma adesso sto abbastanza bene; magari non ancora al 100%, ma in condizione per correre”.

Siamo arrivati alla settima gara del 2016, sei stato protagonista di ottime prestazioni e di altre più opache. C’è un motivo dietro questi risultati altalenanti?

“Forse la causa sono alcuni errori di troppo in qualifica; altre volte poi non siamo riusciti a trovare il giusto set up in tempi stretti e quindi non riuscivo a partire dalle prime piazze. Però la cosa positiva è che sono più le buone gare delle negative, a volte inevitabili in una categoria agguerrita e con tanti avversari forti. Se un fine settimana non si trova la perfezione è facile non riuscire a stare davanti e, al posto di perdere due o tre posizioni, magari ne perdi cinque o sei”.

Il tuo obiettivo per questa stagione?

“L’obiettivo è arrivare nei prime cinque del campionato. Dobbiamo invertire il trend delle ultime due gare e incominciare ad arrivare più in alto. Ora ci saranno delle piste molto belle che mi piacciono molto. Proverò a far bene”.

Dove tu vedi sul medio periodo? Resti in Moto2™?

“Arrivare in MotoGP™ è il sogno di tutti e chiaramente anche il mio. Prima di pensare alla classe regina però spero di far bene e punto ai migliori risultato in Moto2™”. 

Consigliati