Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
16 giorni fa
By motogp.com

Rider Review: Jorge Lorenzo

Rivivi la prima parte di stagione dell’iridato i carica, Jorge Lorenzo scuderia Movistar Yamaha.

Il Campionato del Mondo MotoGP™ 2016 è quello della difesa del titolo iridato per Jorge Lorenzo. Il pentacampione di Palma di Maiorca si è imposto nel finale di stagione sul rivale di scuderia Movistra Yamaha Valentino Rossi e arriva alla prima gara stagionale con i favori del pronostico per la vittoria finale.

Highlights: Lorenzo fa suo il primo GP del 2016

Dopo esser stato il miglior pilota del precampionato interpreta la prova di apertura a Losail in modo superlativo vincendo davanti ad Andrea Dovizioso, Ducati Team, e al portacolori HRC Marc Marquez. In Qatar il dominio del numero 99 è significativo dopo aver conquistato la pole e aver vinto con due secondi di vantaggio sul ducatista. Il secondo posto a Austin e una caduta a Termas de Rio Hondo nel terzo GP dell’anno però determinano l'arretramento di Lorenzo in seconda piazza iridata a favore di Marquez.

Lorenzo meglio del 2015

Il GP di Spagna si conclude con il secondo posto per l’iridato in carica che segna il record di 100 podi nella classe regina. È il terzo corridore nella storia del Campionato del Mondo MotoGP™ a raggiungere questo traguardo. Prima dell'eppuntamento andaluso però arriva l'annuncio che è diventato la notizia dell'anno, nel 2017 il maiorchino sarà uomo Ducati, concludendo l'avventura vittoriosa in Yamaha e buttandosi in una nuova sfida con la rossa di Borgo Panigale.

Lorenzo e i suoi 100 podi

Al GP d’Italia Lorenzo arriva con un ritardo di 17 punti in classifica da Marquez e i due danno vita ad un epico duello che si conclude con la vittoria del pilota su M1 dopo un sorpasso da maestro ai danni del numero 93. Un colpo spettacolare per Lorenzo che sale sul gradino più alto del podio al Mugello.

Epico duello sotto il sole italiano

L’appuntamento successivo al GP di Catalogna, gara di casa per il maiorchino, finisce nel peggiore dei modi. Lorenzo è costretto al ritiro dopo un contatto con Andrea Iannone del team Ducati.

L'incidente tra Iannone e Lorenzo

Il GP d’Olanda si dimostra difficile per il pilota Yamaha, per tutto il fine settimana fatica a trovare il passo dei migliori. Alla fine evita il naufragio e taglia il traguardo al decimo posto. Un risultato utile dal punto di vista iridato che lo pone in scia ad un sempre più primo Marc Marquez e lo distanzia da Valentino Rossi, rivale di box, a zero punti dopo una caduta.

La crisi antecedente la pausa estiva di Lorenzo non sembra passata e al Sachsenring non si dimostra competitivo sin dalle libere, in gara inoltre sembra in balia del mutare di condizioni climatiche e della pista tagliando il traguardo in quindicesima posizione.