Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
27 giorni fa
By motogp.com

Per Binder sarà titolo iridato ad Aragon?

Al MotorLand il sudafricano potrà essere incoronato campione del mondo 2016 nella classe leggera. Avvincente la sfida per il 2° posto.

Il prossimo GP della stagione, il quattordicesimo del 2016, potrà essere ricordato per l’incoronazione del nuovo campione del mondo della quarto di litro. Al MotorLand di Aragon Brad Binder del team Red Bull KTM Ajo potrà infatti vincere il suo primo titolo iridato. La distanza dal secondo in campionato, Enea Bastianini (Gresini Racing) è di 106 punti e con quattro gare al termine potrebbe mettere al sicuro matematicamente il suo primato ora di 229 lunghezze. L’anno scorso il pilota di Potchefstroom non finì la gara aragonese dove non ha mai brillato. Ma questa stagione è differente, questa stagione è segnata dal suo dominio.

Dal canto suo Bastianini è protagonista di prove costanti e in crescita, nelle ultime sette gare è finito quattro volte sul podio ma non ha mai vinto e un suo gradino più alto del podio, forse, avrebbe potuto mantenere il campionato più aperto. Nell’ultimo GP a Misano Adriatica il pilota riminese è stato battuto dall’avversario iridato ma non è sembrato accusare particolarmente il colpo e una vittoria al MotorLand potrebbe essere quel risultato meritato che tanto sta aspettando. L’anno scorso il numero 33 Gresini conquistò la pole ad Aragon firmando anche il record sul giro. La sua gara però finì nelle battute conclusive.

Chi invece è stato protagonista di un’involuzione è stata Jorge Navarro, Estrella Galicia 0,0. Il pilota spagnolo non vede il podio dal GP di casa a Montemelό, dove vinse; ma a pesare sulle sue prestazioni poi incolori è stato sicuramente l’infortunio successivo. Dopo la Catalogna le sue gare si sono concluse con arrivi oltre le prime cinque posizioni, con cadute e ritiri; è ancora terzo in campionato ma la sue quotazioni stanno scendendo rapidamente e al GP d’Aragona dovrà sicuramente centrare l’arrivo nelle posizioni che contano se vuole ricucire lo svantaggio su Bastianini, ora a soli cinque punti. Dalla sua parte c’è poi il risultato nella gara dello scorso anno chiusa al secondo posto.

Cinque punti più in basso, al quarto posto, c’è Nicolò Bulega. Se la sfida per la piazza d’onore è ancora aperta a cinque piloti lo dobbiamo anche al giovane rookie dello Sky Team VR46 che sta interpretando una prima stagione di alto livello, spesso a nella posizioni di vertice. Nell’ultimo GP a Misano il ragazzo di Montecchio Emilia ha ben figurato partendo dalla pole e arrivando appena giù dal podio dove questa stagione è salito solo una volta in Catalogna. Nelle ultime due gare Bulega è entrato nelle migliori cinque posizioni mostrando una certa costanza di piazzamento; ad Aragon potrà continuare il suo ottimo approccio con la classe leggera.

Francesco Bagnaia segue da vicino al quarto posto iridato con 110 punti. Nell’ultimo GP ‘Pecco’ non ha fatto bene; vittima anche della poca attitudine che la sua Mahindra ha dimostrato sulla pista adriatica. Migliore in sella al prototipo italo-indiano è stato Stefano Manzi, giovane wild card che si sta facendo conoscere nella 250cc arrivato sedicesimo. Per Bagnaia invece il GP di San Marino si è concluso con il ventunesimo posto. Una prova in netto contrasto con la sua bella stagione nella quale ha collezionato cinque podi tra cui una vittoria. Nel 2015 non riuscì ad entrare nelle prime dieci posizioni al MotorLand.

Joan Mir ha avuto il merito di crederci fino alla fine nella recente gara del GP di San Marino. Ha conquistato il gradini più basso del podio, utile per chiudere da vicino le prime sei posizioni iridate a 106 punti e calarsi in pieno nella lotta per il secondo posto finale. Esordiente nella classe, il maiorchino è a già due podi stagionali.

Dietro di lui troviamo Fabio Di Giannantonio, Gresini Racing e più staccati al decimo e all’undicesimo posto Niccolò Antonelli del team Ongetta-Rivacold e fresco di accordo con KTM. In fine, altro protagonista italiano di questo finale di stagione potrà diventare Andrea Locatelli, Leopard Racing e autore di un bel sesto posto sulla Riviera di Rimini.

La classe leggera sarà al MotorLand da venerdì 23 settembre, le prime libere del GP d’Aragona inizieranno alle 9 locali.

Consigliati