Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
21 giorni fa
By Gresini Racing Moto3

Bastianini non recupera, al suo posto Sasaki

Dopo la caduta a Phillip Island il romagnolo salterà il GP della Malesia, per lui correrà il vincitore della Red Bull Rookies Cup.

Il team Gresini Racing si prepara ad affrontare questo fine settimana l’ultimo appuntamento dell’intensa tripla trasferta asiatica, il Gran Premio della Malesia sul circuito di Sepang dove però mancherà Enea Bastianini ora secondo in classifica iridata.

Procuratosi la frattura della vertebra T9 e di una costola nell’incidente in cui è stato coinvolto nelle prime fasi del Gran Premio di Australia, il numero  non scenderà in pista in sella alla sua Honda NSF250RW: obiettivo del diciottenne riminese è arrivare in forma a Valencia, in modo da poter difendere la seconda posizione in campionato nell’ultimo Gran Premio in calendario. La squadra ha optato per sostituire Bastianini con il sedicenne talento giapponese Ayumu Sasaki, recente vincitore della Red Bull Rookies Cup.

Fausto Gresini, team manager: “Ovviamente mi dispiace molto che Bastianini non riesca a partecipare a questo Gran Premio, perché avrebbe potuto difendere il vantaggio che può vantare nei confronti di Navarro in classifica generale per la lotta al titolo di vicecampione del mondo. Enea potrà comunque lottare a Valencia, quindi ora la priorità è fargli recuperare la miglior forma fisica in vista dell’ultima gara in calendario. Considerata l’assenza di Enea abbiamo deciso d'accordo con HRC di dare un’opportunità a Sasaki, vincitore della MotoGP Rookies Cup. Siamo lieti di poter far vivere questa esperienza a un giovane tanto promettente”.

Enea Bastianini: “Purtroppo non correrò qui a Sepang: le mie condizioni fisiche stanno migliorando, ma è meglio non rischiare di compromettere tutto. Mi dispiace molto non poter scendere in pista, ma la priorità ora è arrivare a Valencia in piena forma, dove potremo difendere la seconda posizione in campionato: dipenderà molto dal risultato che riuscirà ad ottenere Navarro in questa gara, ma la cosa positiva è che possiamo contare su un buon vantaggio di 21 punti in classifica. Subito dopo l’incidente avvertivo molti dolori e faticavo a camminare, quindi ero un po’ demoralizzato, ma ora la situazione sta migliorando giorno dopo giorno, quindi sono convinto che potremo arrivare preparati alla gara di Valencia compiendo un buon programma di riabilitazione”.

Dall’altra parte del box, Fabio Di Giannantonio è invece intenzionato a rimediare alla delusione subita a Phillip Island e ad inserirsi nuovamente nella top ten per raccogliere punti importanti per la classifica, che lo vede in piena lotta per la conquista del titolo di ‘Rookie of the Year’.

 

Consigliati