Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
23 giorni fa
By Sky Racing Team VR46

A Sepang domenica difficile per lo Sky Team VR46

Tra cadute e un arrivo lontano dalle prime posizioni si chiude il fine settimana di Bulega, Migno e Dalla Porta.

Epilogo amaro per i piloti dello Sky Racing Team VR46 impegnati domenica 30 ottobre sulla pista di Sepang per il GP della Malesia. Nicolò Bulega e Andrea Migno sono entrambi coinvolti nella bagarre delle prime curve e sono costretti al ritiro. Dopo la bandiera rossa, esposta a quattro giri dalla fine, chiude al sedicesimo posto Lorenzo Dalla Porta, anche lui a terra quando era in lotta con i primi.  Nessuna conseguenza per Migno, rientrato ai box prima di decidere di abbandonare la gara, mentre per Bulega, condotto in Clinica Mobile per accertamenti, le lastre evidenziano un acromion clavicolare destro di primo grado e una contusione al vasto mediale del ginocchio destro. Nonostante lo zero di oggi, il giovane rookie mantiene il primato nella classifica riservata agli esordienti e si giocherà il titolo nel gran finale di Valencia. Finale sfortunato anche per Dalla Porta, quarto sullo schieramento di partenza e nella ghiaia nel corso del terzo giro.

 “Una gara davvero da dimenticare per tutto il box”. Sono le parole di Pablo Nieto, team manager, “Ci sono state moltissime cadute nei primi giri e anche i nostri piloti sono rimasti coinvolti. Per la prima volta ci trovavamo a girare in condizioni di asciutto su questo nuovo asfalto e probabilmente qualcosa non ha funzionato. Nicolò (Bulega, ndr) è stato vittima di una brutta caduta e ha riportato una contusione alla spalla e al ginocchio. E' dolorante, ma lo rivedremo presto in pista”. 

Andrea Migno: Partivo in fondo al gruppo ed ero motivato a recuperare quante più posizioni possibili per non perdere il contatto con il gruppo davanti. Purtroppo dopo poche curve, mi sono ritrovato a terra senza poter fare nulla per evitarlo.

Nicolò Bulega: “Mi aspettavo una gara diversa. Partivo dalla metà dello schieramento con l’obiettivo di ricucire il gap con i più forti. Sono rimasto coinvolto nella bagarre del primo giro e sono caduto. Avevo molto dolore, sono andato in Clinica Mobile per accertamenti e lastre non hanno evidenziato fratture. Ho riportato una contusione alla spalla e al ginocchio”.

Lorenzo Dalla Porta: “Avevo immaginato un finale diverso per questa gara. Ieri ho conquistato il miglior risultato della mia carriera in qualifica e oggi avrei voluto lottare con i primi. Sfortunatamente, all'inizio del terzo giro, mi sono ritrovato a terra. Ho ripreso la corsa e ho chiuso la gara in fondo al gruppo”.

Consigliati