Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
28 giorni fa
By motogp.com

Il giovedì a Jerez è nel segno di Bautista

Il nuovo pilota del team Aspar è il più veloce del secondo giorno di test in Andalusia e migliora il primato di Barbera.

Tags MotoGP, 2017

Si apre il secondo giorno di test privati a Jerez de la Frontera dove i protagonisti della classe regina sono impegnati nelle ultime prove prima della pausa invernale dividendo la pista con i colleghi del WorldSBK.

La maggior parte dei corridori, nella mattinata, lasciano pista libera alle derivate di serie, solo Barbera e pochi altri iniziano a girare appena la temperatura si inizia ad alzare. Lo spagnolo del team Pull&Bear Aspar il più veloce della seconda giornata dietro a Jonathan Rea, pilota Kawasaki WSBK che anche nel giovedì andaluso ha messo la sua Ninja non solo mezzo ai prototipi del MotoGP™ ma addirittura davanti.

Dopo mezzogiorno è Danilo Petrucci a dominare la tabella tempi, per il pilota Fiamme Ora sono i primi test con la moto del 2017, la stessa che userà il Team, rappresentato dal solo Michele Pirro che in queste fasi è settimo. Sul finire del pomeriggio torna il freddo e lo sbalzo termico ha impedito dei veri e propri giri alla ricerca del miglior tempo.

Il pilota di Terni, oltre a provare la nuova DesmosediciGP, ha anche lavorato sul set up e l’ergonomia. Al suo miglior tempo in queste fasi si accoda Chaz Davies, del team ufficiale Ducati WorldSBK. La sfida è interessante tra DesmosediciGP e Panigale R, due moto nate nella stessa Casa e impegnate su due fronti diversi.

Nel pomeriggio torna davanti la Kawasaki di Rea che abbassa il sua tempo del primo giorno. Dietro, il migliore dei piloti MotoGP™ è Alvaro Bautista con il tempo di 1:38.946s poi messo al terzo posto dal Alex Lowes del Pata Yamaha Team Yamaha del WorldSBK. Lo spagnolo risalirà la classifica e chiuderà la giornata con il secondo crono più basso e sarà il migliore della classe regina. Il piota Aspar Team è seguito da Loris Baz (Avintia Racing) e dal suo compagno di box terzo Hector Barbera.

Petrucci anche alla fine si conferma più veloce degli italiani, con il nono tempo della giornata ma dopo aver lavorato a fondo con i nuovi assetti del 2017. Così come Scott Redding, vittima di una scivolata ieri, e anche come Michele Pirro rispettivamente autori dell’undicesimo e dodicesimo tempo.

In pista anche i piloti del team KTM, Bradley Smith e Mika Kallio. Il finlandese che già da mesi lavora sul prototipo austriaco con il quale ha fatto anche la prima gara a Valencia ha messo a referto 71 giri battoto solo dai 76 passaggi di Jack Miller (Estrella Galicia 0,0). Assente invece Pol Espargaro.

Altra defezione importante quella di Andrea Iannone, che dopo la prima giornata andalusa ha completato i programma previsto e non è sceso in pista. Il lavoro sulla GSX-RR è proseguito solo con il collaudatore Takuya Tsuda che ha provato diverse parti e assetti in vista del 2017

Nel primo pomeriggio Aspar Aleix Espargaro è stato vittima di una caduta alla curva Aspar, nulla di grave per il neo acquisto Aprilia Gresini.

Venerdì 25 novembre ultima giornata dei test andalusi.