Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
29 giorni fa
By motogp.com

Pirro, migliore del terzo giorno a Jerez ma vince la pioggia

Si chiude la tre giorni di test a Jerez, il più veloce del venerdì è il collaudatore del Team. Resta il crono più basso di Alvaro Bautista.

Tags MotoGP, 2017

Le Ducati dominano i test di Jerez

Il terzo giorno di test a Jerez del la Frontera, al quale hanno partecipato congiuntamente alcune scuderie del MotoGP™ e del WorldSBK, sia apre con condizioni climatiche instabili. Nella mattinata una forte pioggia e il freddo hanno stretto in una morsa la pista andalusa e soli pochi corridori sono usciti in pista soprattutto quando il meteo è migliorato. L’instabilità climatica sarà costante nell’ultimo giorno di prove del 2016 e molti preferiranno partire verso casa.

Il più veloce del secondo giorno escludendo il primato di Jonathan Rea, pilota Kawasaki WorldSBK, è stato Alvaro Bautista. Il nuovo arrivato nel team Pull&Bear Aspar ha risposto al miglior crono di mercoledì di Hector Barbera e a fine dei test, complice la pista bagnata, il passaggio del nuovo ducatista (1:38.946s) sarà il migliore della tre giorni.

Danilo Petrucci e Scott che ieri hanno il lavoro sulle loro moto, ripsettivamente la DesmosediciGP versione 2017 e la Desmosedici, quella usata in questa stagione del Team. Non hanno preso parte al terzo giorno di test. Così come Andrea Iannone, della scuderia Suzuki Ecstar. Per la Casa di Hamamatsu ha provato sono il collaudatore Takuya sì come per la scuderia Estrella Gallicia 0,0 Marc VDS, con le defezioni di Jack Miller e Tito Rabat e l’impegno sull’evoluzione della RC213V di Hiroshi Aoyama, tester HRC mentre quello Suzuki è stato il pilota che ha fatto più giri nell’ultima giornata, 49.

Miller: "Abbiamo già trovato la strada giusta"

Michele Pirro, unico rappresentante del Ducati Team ai test, è stato vittima di un inconveniente tecnico nella mattinata e ha chiuso le prove sempre in vetta alla tabella tempi dopo essere stato il più produttivo della mattinata, 1:51.651s per il pugliese.

Aleix Espargarò e Sam Lowes (Aprilia Gresini) sono tornati in sella alle RS-GP, a pochi giorni dal primo contatto di Valencia per una serie finale di prove propedeutiche allo sviluppo della moto veneta in ottica 2017. Il meteo non ottimale ha parzialmente complicato il lavoro dell'Aprilia Racing Team Gresini, tanto da costringere squadra e piloti ad uno stop anticipato a causa della pioggia.

Diversi gli obiettivi ai due lati del box. Espargarò ha continuato a raccogliere dati e informazioni sulla configurazione 2017 mentre Sam Lowes, visibilmente sofferente dopo la caduta di Valencia, non ha potuto forzare in sella alla RS-GP ed ha dunque approfittato dei tre giorni per aumentare il feeling con la squadra.

Espargaro: "Sono molto soddisfatto della moto"

Nel pomeriggio gli unici piloti in pista per la classe regina sono stati i tre collaudatori di Ducati, Suzuki e Honda, insieme ad un altro tester, Mika Kallio della neo arrivata scuderia ufficiale KTM. Nei giorni precedenti un grande lavoro sulla moto austriaca era stato fatto anche dai due piloti del 2017, Pol Espargaro e Bradley Smith, assenti venerdì. 

Smith: "Test importanti da tutti i punti di vista"

I tempi dell’ultima giornata, a causa della pista bagnata, sono stai più alti della tre giorni e il miglior passaggio è rimasto quello dello spagnolo del team Aspar. Nel pomeriggio la pioggia torna a battere e le prove interrotte definitivamente.

Questo è stato l’ultimo test del 2016 in vista della futura stagione. Ora ci sarà la pausa invernale e si tornerà pista il 30 gennaio a Sepang ma prima di Natale ci saranno importanti appuntamenti dove saranno protagonisti alcuni piloti del MotoGP™, tra questi, il Monza Rally Show e il Superprestigio di Barcellona.