Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
10 giorni fa
By motogp.com

Oliveira e KTM, più veloci nel primo giorno a Jerez

Prime prove ufficiali del 2017 per la categoria mediana, ottima prestazione del pilota Red Bull. Secondo Nakagami davanti a Pasini.

Mercoledì 8 marzo il circuito di Jerez de la Frontera ha accolto i primi test ufficiali della classe intermedia. A dominare la tabella tempi è stato Miguel Oliveira, Red Bull KTM Ajo, davanti Takaaki Nakagami (Idemitsu Honda Asia). Bene gli italiani, con Mattia Pasini (Italtrans Racing) terzo e Luca Marini (Forward Racing) quarto.

Oliveira e KTM, buona la prima a Jerez

Il meteo favorevole e le temperature alte hanno salutato il primo appuntamento ufficiale del Campionato del Mondo Moto2™, tante le novità che hanno caratterizzato questo inizio. Piloti in pista già dall’apertura della corsia dei box con alcuni di loro che hanno montato gomme da bagnato. La notte nel sud della Spagna è caratterizzata da una forte umidità e nelle prime ore della mattina il tracciato si presentava umido in alcune parti.

Il team Red Bull KTM Ajo esordisce ufficialmente e in grande stile con il campione del mondo Moto3™ Brad Binder e Miguel Oliveira che domina la prima giornata con il tempo di 1:42.316s. La scuderia austriaca ha provato i pezzi già testati nei precedenti test confrontando varie soluzioni per capire a che punto della preparazione sono arrivati i due piloti. Il sudafricano, durante la seconda uscita ha portato la sua moto a ridosso delle prime posizioni chiudendo a circa un secondo dal connazionale che è stato la sorpresa del mercoledï.

La scuderia Estrella Galicia 0,0 ha continuato la preparazione della nuova stagione. Franco Morbidelli e il compagno di box Alex Marquez hanno lavorato sul set up e sulle sospensioni, provando nella prima uscita la base delle loro moto. Buone indicazioni per il romano che a fine giornata chiuderà le prime cinque posizioni a 0,752s da primo. Il pilota di Cervera chiuderà invece come ottavo.

A dominare subito la scena è il nipponico del team Honda, il primo a scendere sotto il muro dell’1:43s. La base sulla quale lavora il suo team è già molto buona e la costanza sul passo dimostra che la messa a punto della Kalex numero 30 è ottima. Nel secondo giorno si sono provate diverse soluzioni e una nuova forcella Öhlins. Nakagami si ferma al secondo posto a 0,187s dalla vetta.

Nuova line up per il team Italtrans: Andrea Locatelli e Mattia Pasini si sono concentrati sulla nuova moto. I due hanno provato un nuovo telaio e un nuovo forcellone. Per Pasini un ottimo inizio con il primo giorno chiuso al terzo posto (1:42.842s). In crescita anche Locatelli, rookie della classe, che si ferma a poco più di un secondo dal miglior crono.

Per il team Forward la defezione di Lorenzo Baldassarri non incide sul lavoro della prima giornata di test. Il numero 7 è costretto a rimanere ai box a causa di una infiammazione al tendine del braccio sinistro. “Dopo l’uscita di mercoledì scorso ho iniziato a sentire un fastidio al braccio sinistro; per questo motivo ho deciso di sottopormi ad una risonanza magnetica al mio rientro a casa. Purtroppo il referto del medico ha confermato un’infiammazione al tendine che momentaneamente mi costringe a tenere il braccio a riposo”. Commenta Baldassarri.  “Fortunatamente non ci sono lesioni però tengo molto a dare al mio corpo il tempo di guarire completamente, in tal modo potrò essere in perfetta forma per la gara di apertura in Qatar”. In pista Luca Marini, che ha lavorato a fondo sulla nuova moto chiudendo la giornata con degli ottimi tempi da prime cinque posizioni. Un inizio che dà fiducia per Marini, saldo al quarto posto finale del mercoledì e vicino a circa 0,7s dal primo.

Defezione anche per Stefano Manzi (SKY Team VR46) afflitto da un problema al ginocchio. Per l’italiano del team esordiente nella classe riposo forzato e fisioterapia per recuperare in vista del Qatar. Nel box solo Francesco Bagnaia che ha continuato l’avvicinamento con la nuova categoria. Il team Sky si è concentrato sulla preparazione del prototipo lavorando su molti aspetti e accumulando giri su giri.

Il team Speed Up in questa stagione ha due portacolori in pista. Simone Corsi e Alex Bassani hanno proseguito il loro lavoro sull’assetto. Il programma di lavoro continuerà domani.

Impegno soprattutto incentrato nel vedere il comportamento della nuova moto con una temperatura diversa e più alta per il box Dynavolt Intact GP. Sandro Cortese e Marcel Schrotter, hanno lavorato sul set up.

Per il team Pons HP 40 continua l’impegno nel trovare il miglior passo e di apprendimento per Fabio Quartararo, esordiente nella categoria regina.

Da segnalare il buon esordio, con il nono miglior tempo di Kahiirul Idham Pawi, compagno di box di Nakagami che chiude la prima giornata di test ufficiali al nono posto davanti a Jorge Navarro (Federal Oil Gresini) anche lui rookie della classe. Il team italiano ha lavorato principalmente sull’adattamento dello spagnolo alla nuova cilindrata.

Test Moto2™ a Jerez, giorno 1. Le reazioni

Qui puoi consultare i tempi di mercoledì.

Domani, giovedì 9 marzo, la seconda giornata di test. L’azione in pista inizierà alle 11.20 ora locale.

Consigliati