Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
24 giorni fa
By motogp.com

#QatarGP, la conferenza stampa

È l’appuntamento che apre la prima gara della stagione. Nel deserto è tutto pronto, con l’incognita della pioggia.

Mercoledì 22 marzo inizia ufficialmente il Campionato del Mondo MotoGP™ 2017; la conferenza stampa al Losail International Circuit è l’evento che decreta il via alla sfida iridata delle tre classi.

Support for this video player will be discontinued soon.

Il grande inizio

All’appuntamento con i media Marc Marquez (Repsol Honda), Valentino Rossi (Movistar Yamaha), Jorge Lorenzo (Ducati Team), Maverick Viñales (Movistar Yamaha), Andrea Iannone (Suzuki Ecstar) e Cal Crutchlow (LCR Honda).

Marquez, campione del mondo in carica della categoria regina, commenta il suo precampionato: “Una pre-stagione meglio della precedente nella quale abbiamo lavorato bene soprattutto sulle grandi modifiche al motore”. Dice il campione in carica, “Honda ha fatto ottime cose, ma dobbiamo trovare ancora il miglior set-up e se possibile anche di gara in gara”. Sulla pista di Losail. “Non è la mia preferita ma punto a crescere fino al 100% per domenica”. Il numero 93 parla di Viñales, ricordando che da piccoli hanno anche corso come avversari in qualche gara in Catalogna, così come altri piloti della massima serie originari della zona.

Il Dottore è stato protagonista di un precampionato all’inseguimento dei più veloci ma adesso è tempo di corse e la sua 22esiama stagione si apre con la consueta determinazione che non conosce pari. “Il livello è alto, sette piloti possono vincere gare e il campionato”. Ha detto Rossi, parlando poi del suo precampionato: “Sono stati test difficili, ma punteremo a migliorare”. Parlando del talentuoso compagno di scuderia e dominatore delle prove invernali, Valentino afferma: “Maverick ha fatto una grande pre-stagione, è stato veloce su tutte le piste e penso che devo migliorare sul ritmo per chiudere la distanza con i primi cinque”.

La grande incognita del primo GP dell’anno è la pioggia che renderebbe le condizioni della pista altamente problematiche, soprattutto per una gara corsa in notturna a visibilità ridotta. Rossi commenta: “Spero vivamente che faccia bel tempo. Sarebbe una situazione anomala gareggiare di notte e con la pioggia”. Rossi chiude con l’obiettivo esplicito: “Da quando sono tornato in Yamaha, ad inizio stagione, non ho mai pensato al decimo titolo. Voglio solo vincere più gare possibili e migliorare passo dopo passo”.

Quella attuale è un'annata caratterizzata dai cambi di scuderie dei top rider; tra questi, la notizia di chiusura 2016: Jorge Lorenzo pilota Ducati. Proprio il numero 99, vestito di rosso, commenta questo inizio: “Un nuovo team e una nuova moto con la quale abbiamo fatto dei progressi. Confesso che il primo giorno di test a Sepang è stato abbastanza uno shock ma da allora siamo cresciuti e sono ottimista per il futuro”. Termina rispondendo ad una domanda sulle sue prestazioni stagionali. “Difficile, non ho elementi per parlare della nuova moto su tutte le piste, ma qui possiamo avvicinarci ai migliori”.

L’uomo del precampionato è stato Viñales. Il pilota Yamaha è considerato il principale candidato al titolo nel 2017 o quanto meno l’anti Marquez. “È stata solo la pre-stagione”. Commenta il neo pilota Yamaha, “Devo continuare su questa strada, sarà un ottimo inizio e il team ha fatto un grande lavoro”. Commentando il passaggio dalla Suzuki GSX-RR e la M1 dice, “Come impostazione di guida sono abbastanza simili, ma cambiano dei particolari fondamentali”.

Anche per Iannone il 2017 è l’anno del cambio e il pilota di Vasto ha preso proprio il posto di Viñales nel team Ecstar: “Una pre-stagione fatta di alti e bassi”, afferma il numero 29 rispondendo sui test invernali, “Devo ancora capire alcune cose del mio prototipo, ma puntiamo a ridurre il gap dalla vetta; al momento siamo un po’ distanti e non siamo arrivati ad un buon compromesso, ma lavoreremo per crescere”.

Una grande annata il 2016 per Crutchlow, la migliore della carriera nella quale brillano due successi. Grazie a queste vittorie e ottimi arrivi nelle posizioni che contano il pilota LCR Honda ha vinto la sfida per essere il miglior satellite. “Sono stati dei buoni test”, afferma Crutchlow, “Abbiamo lavorato sul motore e trovato la strada da seguire per quanto concerne lo sviluppo durante la stagione; punterò a stare con i migliori ad ogni GP”.

Support for this video player will be discontinued soon.

#QatarGP, il meglio della conferenza stampa

Da giovedì la parola passerà alla pista. Alle 18:00 ora locale, le 16:00 italiane, la categoria leggera sarà protagonista delle libere. La FP1 della massima cilindrata sarà alle 17:55 italiane.

Come emerso dalle opinioni dei piloti, grande incognita sarà la pioggia con le previsioni meteo che parlano di possibili precipitazioni già dal pomeriggio.

Qui il programma completo del fine settimana a Losail.

Consigliati