Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
22 giorni fa
By motogp.com

Lowes: “Faremo un grande passo in avanti”

Il rookie inglese commenta la sua gara a Losail e il potenziale di Aprilia.

Il GP del Qatar è stata la grande prima stagionale per i piloti veterani come per i nuovi arrivati nelle rispettive classi. Tra questi, in MotoGP™, c’è Sam Lowes. Il britannico da fine del 2016 è pilota del team Gresini nella classe regina dopo aver vestito i colori della stessa struttura in Moto2™. Oggi Lowes guida una Aprilia RS-GP, moto che ha dimostrato una crescita esponenziale già a partire dai primi test del 2017. Il numero 22 commenta il suo debutto che si è rivelato difficoltoso anche a causa delle variabili climatiche, pioggia su tutte.

“Il fine settimana è stato contraddistinto dalla grande incertezza”, esordisce Lowes che ha tagliato il traguardo in Qatar in fondo al gruppo. “È stata una prima gara in MotoGP™ abbastanza strana e in partenza ero un po’ nervoso. Al via ho commesso un piccolo errore e ho perso contatto con il gruppo davanti. Solo negli ultimi giri ho avuto un passo migliore. Non ho potuto mostrare nulla del fantastico potenziale che abbiamo; che ho compreso solo a gara finita. Non è stata una prova fantastica ma ho capito parecchie cose. In Argentina dovrebbe essere un fine settimana normale, senza grossi imprevisti, e dovremmo fare un grande passo in avanti”.

Lowes, già sull’Aprilia nel 2016 per qualche test privato ma in sella alla nuova versione della moto di Noale nei test a Losail di quest’anno, parla nello specifico del GP del Qatar e della pioggia nel deserto che ha costretto ad annullare le qualifiche prendendo in considerazione per la griglia di partenza i tempi delle libere, “Dobbiamo ancora trovare il setting giusto”, afferma il pilota Gresini. “Dopo che le condizioni della pista continuavano a cambiare, abbiamo dovuto tralasciare i tempi; se facciamo un paragone con quanto visto nei test, in questa gara è stato tutto diverso in negativo. Sulla vecchia moto mi trovavo bene e anche su quella nuova, pur sfruttando il 60% del suo potenziale. Aleix (Espargaro, il compagno di team, ndr) ha provato la RS-GP versione 2017 già da Sepang ed ha avuto dei buoni riscontri su diverse piste; questo significa che anche io posso fare un buon progresso con Aprilia”.

Parlando della grande sorpresa in Qatar, Aleix Espargaro e Aprilia al sesto posto finale e di poco distanti dalle due Honda HRC: “Aleix ha fatto una grande cosa e mi rende positivo. È importante per tutti noi aver iniziato con questo grande risultato, credo che possa essere una stagione positiva”.

Il campione World Supersport e tra i piloti più spettacolari in Moto2™ nel 2016 chiude con quello che è il suo sogno e obiettivo: “Il desiderio di ogni pilota è essere davanti a tutti”, confessa. “Ho vinto in WorldSSP, ho gareggiato i Moto2™ e sono arrivato nella classe regina, un sogno e un obiettivo. Adesso voglio lavorare duro per essere competitivo”.

Consigliati