Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
11 giorni fa
By motogp.com

Morbidelli lascia già il segno

Protagonista del primo GP, il romano è il pilota più in forma della categoria mediana. In Sud America per la conferma.

Il Campionato del Mondo Moto2™ si è aperto nel segno di Franco Morbidelli. Dopo la passata stagione fatta di costanti arrivi a podio e il quarto posto iridato, per il pilota Estrella Galicia 0,0 Marc VDS, finalmente la gioia della vittoria, la prima. In tutti i test invernali il pilota italiano è stato tra i migliori e a Losail è arrivato il risultato che in molti aspettavano. È già tempo di GP d’Argentina e sulla pista di Termas de Rio Hondo, Morbidelli troverà molti rivali pronti a dargli battaglia sin dai primi giri di libere.

Tra questi, il più pericoloso è proprio il compagno di box Alex Marquez. Il pilota di Cervera pur non avendo impressionato a Losail (quinto posto finale) è stato autore di un altrettanto ottimo precampionato e resta tra i principali candidati al titolo nel 2017.

Tra questi, sicuro pretendente alla corona iridata è Tom Luthi (CarXpert Interwetten), l’unico che ha provato a contrastare la corsa di Morbidelli verso il gradino più alto del podio. Dal prossimo GP l’elvetico, alla sua ottava stagione in Moto2™, proverà a diventare il pilota di riferimento.

Costante protagonista in prova e in gara sarà Takaaki Nakagami. Il giapponese del team Idemotsu Honda ha chiuso la sua prova d’esordio stagionale sul gradino più basso del podio. Il suo inizio di stagione è nettamente migliore del 2016 e a Termas de Rio Hondo potrebbe dire la sua. Vale lo stesso per Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo) che forte dei buoni test invernali punta a dare alla sua scuderia la prima vittoria.

Per quanto concerne la presenza italiana nella classe di mezzo la gara in Qatar ha fatto vedere ottime cose oltre alla vittoria di Morbidelli. Esordio brillante di Luca Marini (Forward Racing) che, dopo una prova di tattica e rimonta, ha tagliato il traguardo vicino al podio in sesta posizione. Rientrante dopo i problemi fisici e poco distante dal compagno di box Lorenzo Baldassarri che già dall’Argentina dovrebbe diventare protagonista della bagarre tra i migliori.

Il campionato è partito con la grande sorpresa Fabio Quartararo. Il rookie del team Pons HP 40, dopo aver fatto bene nei test pre-stagionali, ha tagliato il traguardo di Losail al settimo posto. Il francese è il miglior esordiente fino ad ora, ma ad insidiarlo nella particolare classifica dedicata ai debuttanti c’è Francesco Bagnaia che con i colori dello Sky Tema VR46 ha mostrato una grande crescita all’esordio nella classe. Per tutto il box nero-azzurro è la prima stagione in Moto2™ e anche Stefano Manzi, rallentato nel precampionato da un problema al ginocchio, si appresta a vivere in modo positivo la sfida in una categoria difficile e combattuta.

Venerdì 7 aprile le prime libere del GP d’Argentina, la classe mediana sarà in pista dalle 10:55 (GMT – 3).