Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
21 giorni fa
By Movistar Yamaha MotoGP

Rossi, dopo la preoccupazione è voglia di Mugello

L’incidente di cross è alle spalle e il Dottore, in recupero, è pronto per la gara di casa

“Sarà un fine settimana importante per Valentino”, esordisce Massimo Meregalli, team director della scuderia Movistar Yamaha. “Sfortunatamente ha avuto quell’incidente di cross ma è altamente motivato a fare la sua parte al Mugello”.

Le condizioni del Dottore dopo la sfortunata caduta della settimana scorsa stanno migliorando di giorno in giorno e la sua partecipazione alla sesta prova della stagione, la più sentita dell’anno, dovrebbe essere regolare passate le visite mediche del giovedì.

Nelle ore successive all’incidente, avvenuto il 25 maggio, Rossi è stato ricoverato all’ospedale Infermi di Rimini; resasi necessaria una notte in osservazione, il numero 46 ha lasciato la struttura nelle ventiquattro ore successive. Tanta la paura, ma le condizioni del nove volte campione sono andate migliorando di giorno in giorno.

Rossi arriva all’impegno italiano forte della terza posizione in classifica iridata dopo la stupenda gara a Le Mans ma chiusa con una caduta mentre era in lotta per la vittoria. Il Mugello parla della leggenda sportiva del Dottore che lì ha vinto ininterrottamente dal 2002 al 2008 collezionando anche tre podi, nel 2009, nel 2014 e nel 2015. Nel 1999 la sua vittoria in 250cc e l’anno prima una piazza d’onore, mentre in 125cc Rossi ha fatto sua la gara del 1997.

Da venerdì a domenica il ‘Popolo Giallo’ invaderà l’Autodromo italiano ancora una volta per tifare il proprio idolo, una delle tante cose che rende il GP d'Italia unico.

Valentino Rossi: “Purtroppo sono stato vittima di quell'incidente in allenamento e la caduta è stata abbastanza dura. Per fortuna le mie condizioni sono migliorate di giorno in giorno e questo mi rende positivo in vista del Mugello. Il mio desiderio è iniziare da subito con il piede giusto e lavorare per raggiungere la miglior condizione possibile. Non sarà facile e devo ancora recuperare un po’. Giovedì avrò le visite mediche per il GP che ci diranno se sarò ‘OK’ per scendere in pista. Nel caso sarebbe fantastico, ho una gran voglia di salire sulla mia M1 e capire già dalle prime libere le mie condizioni. Darò il massimo, questo è sicuro”.

Consigliati