Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
7 giorni fa
By motogp.com

Mir domina in Catalogna

Il leader della classe vince a Montmeló, Fenati e Martin sono battuti. Bastianini conferma la ripresa ed è quarto

Joan Mir (Leopard Racing) è sempre più al comando del Campionato del Mondo Moto3™. Il maiorchino della quarto di litro fa suo il settimo GP della stagione e vola in classifica iridata. Jorge Martin (Del Conca Gresini) e Romano Fenati (Marinelli Rivacold) non resistono al finale di gara del pilota celeste e sono terzo e secondo. Enea Bastianini (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) dopo un avvio di stagione complicato ritrova il passo dei migliori ed è quarto.

Martin, autore per la quinta volta del miglior giro delle qualifiche, partirà dalla pole. Al suo fianco Aron Canet (EG 0,0 Marc VDS). Primo italiano al via è Fenati che apre la seconda fila e, al suo fianco, proprio il leader iridato fresco di passaggio in Moto2™ per la prossima stagione.

Mir: “Una lunga e calda gara”

Già dalle prime fasi della corsa Mir lotta con i connazionali e il pilota Marinelli Rivacold; al diciannovesimo giro è al comando. Gli altri recuperano e provano ad andar via, ma il maiorchino li mette alle corde e, con un sorpasso di forza su Martin, è davanti. Nemmeno Fenati riesce a prenderlo. Il numero 36 vince la sua quarta gara ed è sempre più al comando della classe.

Proprio il pilota ascolano parte bene e si mette subito al commando del gruppo Inseguito dalla Honda Leopard e da Canet. I tre si alternano al comando della gara e la lotta è accesa fino alle battute finali, quando Fenati prova ad andare via ma senza riuscirci. Fino alla fine, con un Mir già praticamente vincitore, ci prova e segna un secondo posto importante.

Fenati: “Era importante fare punti”

“Oggi Mir e Martin andavano davvero forte e, all'ultimo giro, ho preferito non rischiare, per non compromettere la gara”. Afferma Fenati. “Veniamo da un risultato non buono del Mugello, oltre allo 0 di Le Mans, e oggi era importantissimo portare a casa punti, soprattutto per il morale. Il team ha fatto un gran lavoro, la moto andava bene e spero sia così tutto l'anno. Il campionato per me è ancora aperto, siamo tutti vicini, a parte Joan. 45 punti possono sembrare tanti ma io penso che niente sia impossibile, neppure un recupero e, al di là dei punti e del campionato so che dobbiamo metterci sempre cuore e testa e divertirci”. Termina, “Se andiamo avanti con questa sintonia, qualsiasi sarà il risultato, sarò contento”.

Martin: “Volevo spingere molto alla fine”

Martin, parte più lento al via, perde il primato dopo lo spegnersi del semaforo restando però in quinta posizione. Ma recupera subito ed è uno dei piloti che si giocheranno la vittoria. Ha la peggio nelle battute finali nel duello con Mir, messo alle corse da un sorpasso deciso del prima della classe; chiude come terzo.

Fabio Di Giannantonio, primo italiano in classifica generale fino a questa gara, scatta dalla ottava casella e si aggancia subito ai piloti di testa. Il Diggia, a meno sedici giri dalla fine, è nella scia del collega di box ma perderà leggermente il contatto con la sfida per la vittoria e sarà ottavo.

Dopo aver tenuto la posizione per alcuni passaggi e aver recuperato sui migliori, Enea Bastianini è con i corridori davanti. Il romagnolo del team Estrella, che aveva iniziato la sua prova dalla settima piazza alla fine lotta per il podio. Una prestazione che si attendeva da inizio annata, e chiude la settima gara dell’anno al quarto posto davanti al compagno di box, quinto.

Marcos Ramirez (Platinum Bay) risalito in testa alla corsa dopo l’avvio dalla seconda fila, a meno sei giri è con il gruppo di testa ma va largo in traiettoria e perde la posizione; sarà sesto.

Gara non facile per i piloti dello Sky Team VR46, Nicolò Bulega e Andrea Migno sono partiti rispettivamente dalla quinta e sesta fila. Ma recuperano tenacemente sui primi e a meno quattro giri dalla fine sono incollati ai battistrada. Per Migno, vincitore del GP al Mugello, l’ottavo posto con Bulega nono. Alle sue spalle Tatsuki Suzuki (Sic58 Squadra Corse).

Al settimo giro caduta per Gabriel Rodrigo (RBA Racing).

Con il risultato catalano il leader iridato è sempre Mir forte di 133 punti, al secondo posto risale Fenati e terzo Canet. Il Diggia è quarto davanti a Migno.

#CatalanGP: la gara Moto3™

L’ordine di arrivo e la classifica iridata sono consultabili qui.

Resta su motogp.com, tra due settimane, venerdì 23 giugno, inizierà l’ottavo appuntamento stagionale: il GP d’Olanda. Vivi le emozioni della pista con il TimingPass e scarica la App Ufficiale del MotoGP™.

Consigliati