Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
24 giorni fa
By Del Conca Gresini

Martin e Diggia, in Germania per far bene

In Sassonia la scuderia italiana si appresta a vivere il nono GP stagionale all'inseguimneto del grande risultato

Voglia di riscatto. È questa la sensazione generale rimasta nel Team Del Conca Gresini Moto3 al termine del GP di Assen nel quale, seppur con risultati diametralmente opposti, né Jorge Martin né Fabio Di Giannantonio hanno saputo sfruttare al meglio una gara davvero difficili.

Jorge Martin, che ha sì recuperato punti nel mondiale sulla vetta della classifica, dopo l’ennesima pole position avrebbe voluto e potuto giocarsi gli scalini che contano, dovendosi però accontentare della quarta piazza.  Fabio Di Giannantonio non ha potuto concretizzare quella che sembrava una classica rimonta delle sue: per l’italiano terza caduta del fine settimana e zero punti.

Forte quindi, per entrambi, il desiderio di tornare subito in pista…Detto e fatto perché a partire da venerdì ore 9:00 si aprirà il fine settimana del #GermanGP, di scena sull’emblematico circuito del Sachsenring, dove il miglior risultato Del Conca Gresini è arrivato lo scorso anno grazie al quinto posto di Diggia in rimonta.

Jorge Martin: “Sachsenring è sicuramente tra le mie piste preferite, se non la mia preferita! Arriviamo da un risultato positivo, ma non sicuramente sufficiente… Il tocco con Ramirez ad Assen è stato davvero un peccato.  A parte tutto, mi sento forte, competitivo e credo che in Germania potremo tornare a lottare per la vittoria. Sarà importante risolvere un problema con il cambio che ci limitato in Olanda, ma in generale la moto è perfetta. Siamo pronti”.

Fabio Di Giannantonio: “L’anno scorso partendo in 22ª posizione abbiamo fatto una bella gara e abbiamo chiuso quinti, con gara bagnata. In prova sull’asciutto ero andato bene e ho sempre avuto buone sensazioni lì. Detto questo, a prescindere mi deve piacere perché devo assolutamente riscattare questo zero di Assen che per ora brucia parecchio”.

Consigliati