Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
13 giorni fa
By motogp.com

A Brno Mir mette la sesta

Il pilota Leopard Racing vince ancora e il sogno del titolo è sempre più reale. Fenati secondo ma non bene gli altri italiani

Joan Mir ancora sul gradino più alto del podio e, nelle condizioni miste e incerte della gara in Repubblica Ceca, raggiunge il sesto successo stagionale. Il portacolori Leopard Racing vola altissimo in campionato nonostante Romano Fenati (Marinelli Rivacold Snipers) provi fino alla fine a batterlo. Terzo Aron Canet (EG 0,0). Non brillano gli altri italiani, tutti oltre le prime dieci posizioni.

Dopa la pioggia della mattinata le condizioni della pista continuano ad essere di difficile lettura con tratti di asfalto ancora molto umidi. Le precipitazioni inoltre continuano deboli appena prima della partenza. In pole, per la sua prima volta, c’è Gabriel Rodrigo (RBA Racing). Al suo fianco Fenati con Nicolò Bulega (Sky Racing Team VR46) al centro della seconda fila. Tutti i piloti hanno scelto Dunlop da pioggia.

Dopo il via e nelle fasi iniziali Mir resta in terza posizione. Il leader della categoria conduce una gara di attesa prima di uscire alla fine. Perde una posizione ma è deciso a giocarsi la vittoria e torna presto terzo. Sarà uno dei quattro protagonisti della lotta per il podio e, nelle battute conclusive, duella con Fenati per il successo finale. Nonostante l’ascolano lo incalzi fin sotto la bandiera a scacchi, il numero 36 taglia il traguardo davanti a tutti.

Mir: "Una dedica ad Angel Nieto"

Allo spegnersi del semaforo del via Fenati non è particolarmente efficace. Nei primi passaggi sembra non riuscire a tenere il ritmo dei battistrada ma a dodici giri dalla fine è in coda a Mir che occupa la terza piazza. Ha la meglio sul maiorchino e quando alla bandiera a scacchi mancano dieci passaggi si candida per essere uno dei pretendenti alla vittoria. A fine gara però subisce il sorpasso del suo primo avversario che lo stacca di qualche metro sulla linea di meta. Fenati resta secondo in campionato.

Fenati: "Non potevo vincere se non rischiando"

Canet, il terzo della classifica generale, risale dalla sesta fila della griglia di partenza fino alla sfida per il podio. A fine gara entra in lotta con Bo Bendsneyder (Red Bull KTM Ajo) e Juanfran Guevara (RBA Racing). La lotta tra i tre si anima nelle battute conclusive con il pilota Estrella Galicia che ha la meglio sull’olandese nelle ultime curve. Per Canet un risultato importantissimo dal punto di vista iridato dove fortifica il suo terzo posto.

Canet: "Per me è come una vittoria"

Guevara comanda la corsa per i primi passaggi ma è quinto finale di poco dietro a Bendsneyder mentre Rodrigo, dopo la partenza al palo, perde posizioni senza riuscire a risalire. La gara dell’argentino si chiuderà con una caduta.

Buona prova per John McPhee (British Talent Team) che è sesto di costanza davanti a Marcos Ramirez (Platinum Bay Real Estate), tra i protagonisti nei primi passaggi ma spentosi lentamente con il passare delle tornate.

Escluso Fenati, non è la giornata dei piloti italiani. Il migliore di questi è Andrea Migno (Sky Racing Team VR46) che chiude come undicesimo. Quattordicesimo posto per Dennis Foggia, compagno di box di Ramirez e wild card per il GP. Dominatore del CEV e pilota Sky Racing Junior Team VR46, è il terzo corridore tricolori meglio posizionato a Brno. Al sedicesimo posto Tony Arbolino (Sic58 Squadra Corse) che, nonostante i giri veloci messi a referto nel finale, non riesce a raggiungere la top 10.

Bulega è protagonista di una partenza molto lenta e nelle tornate iniziali perde contatto con i primi, chiuderà in fondo al gruppo in compagnia di Fabio Di Giannantonio (Del Conca Gresini Moto3), Enea Bastianini (Estrella Galicia 0,0) e Niccolò Antonelli (Red Bull KTM Ajo).

#CzechGP: la gara Moto3™

Prossimo appuntamento il GP d’Austria, la classe leggera scenderà in pista al Red Bull Ring venerdì 11 agosto per le prime libere.

Consigliati