Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
20 giorni fa
By EG 0,0 Marc VDS

Luthi passa in MotoGP™, sarà pilota EG 0,0

Nel 2018 lo svizzero farà il passaggio di classe, sarà in sella alla Honda del team Marc VDS

Una delle grandi novità del 2018 è già qui. Tom Luthi, veterano elvetico del Campionato del Mondo Moto2™, farà il cambio di categoria passando alla classe regina. Per uno dei piloti più famosi, un vero e proprio veterano con alle spalle quindici anni di competizioni iridate, una grande occasione in sella alla Honda satellite del team Estrella Galicia Marc VDS. Luthi dividerà il box con Franco Morbidelli, suo attuale rivale in campionato dove lo svizzero è secondo proprio dietro al pilota VR46 Academy. I due formeranno quindi una temibile coppia di esordienti, un mix tra esperienza e talento dalle forti ambizioni.

Support for this video player will be discontinued soon.

Tom, l’attesa è finita

Nato e cresciuto a Linden, in Svizzera, Lüthi ha iniziato la sua carriera all'età di sette anni debuttando nel Campionato del Mondo 125cc nel 2002. L'anno seguente, poi, il contratto a tempo pieno e nel 2005 la vittoria del titolo iridato. A tre stagioni in 250cc, nel 2010 è seguito l'approdo in Moto2™ dove Luthi ha chiuso i campionati sempre con i migliori. Attualmente è il vicecampione della categoria.

Ma l'attuale pilota CarXpert Interwetten non è totalmente nuovo alla massima cilindrata avendo già testato la KTM RC-16 nel 2016, nel percorso di preparazione della moto austriaca per la MotoGP™.

Marc van der Straten, presidente Marc VDS Racing Team: “Abbiamo valutato diversi piloti per il 2018, Thomas Luthi è stato voluto all’unanimità nonostante sia un rookie. Campione del mondo 125cc e protagonista di stagioni nella categoria mediana all’insegna di una costanza di altissimo livello, è stato costantemente una spina nel nostro fianco per la lotta al titolo e anche in questa stagione si sta dimostrando un grande avversario. È quello che ci serve per la nostra squadra in MotoGP™, sono felice ed orgoglioso di accoglierlo nella nostra famiglia”.