Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
8 giorni fa
By Aprilia Racing Team Gresini

A Misano non c'è sole nemmeno per Aprilia

Doppia caduta di Espargaro e Lowes, tutti e due erano nelle prime dieci posizioni

L’asfalto allagato di Misano ha pesantemente influenzato il GP di San Marino e Riviera di Rimini. La pioggia è caduta copiosa anche per i primi giri e le condizioni di bagnato hanno provocato numerose cadute. Ne hanno fatto le spese anche i piloti dell’Aprilia Racing Team Gresini, scivolati mentre erano in lotta per un bel piazzamento.

Espargaro è caduto al 14esimo giro quando occupava la nona posizione. Dopo una buona partenza dalla terza fila, conquistata grazie alla bella qualifica di sabato, Aleix si era insediato tra i piloti in lotta per un piazzamento nei dieci, risultato che pareva ampiamente alla sua portata.

“Le condizioni oggi erano davvero difficili”. Commenta il catalano. “Nel warmup non mi ero trovato bene, ma abbiamo fatto qualche importante modifica alla RS-GP e nella prima parte di gara il feeling era decisamente migliore. Poi ho iniziato ad avere dei problemi con la gomma anteriore fino alla caduta. È un peccato perché da qualche gara non riusciamo a concretizzare il nostro potenziale, sono deluso ma non perdo la grinta e la voglia di continuare a combattere”.

Ha da recriminare anche Sam Lowes che, a suo agio sul bagnato, era stato protagonista di una clamorosa rimonta risalendo dalla 24esima alla decima posizione, alle spalle del compagno di squadra. Anche per lui la gara è finita anzitempo per la perdita di aderenza all’anteriore sull’asfalto bagnato.

“Non posso essere felice di come si è conclusa la gara, ma in pista sono riuscito ad essere competitivo. Ho lottato, sorpassato, mantenuto un buon ritmo e la RS-GP funzionava alla grande sul bagnato”. Racconta Lowes, “Nonostante il risultato questa gara è comunque un incentivo per la mia fiducia, che spero di poter sfruttare ad Aragon dove ho vinto la mia ultima gara in Moto2™”.