Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
3 giorni fa
By motogp.com

Arriva Suzuki, Iannone e Rins fanno quarto e quinto

La miglior gara della stagione è quella casalinga per il team di Hamamatsu. quarto e quinto posto

Davanti al pubblico di casa e al Twing Ring Motegi, il team Suzuki Ecstar chiude il GP del Giappone con il quarto posto di Andrea Iannone e il quinto di Alex Rins. I due piloti della Casa nipponica iniziano la gara che apre il triplete dalla quarta fila della griglia di partenza e sono costantemente con i migliori nelle difficili condizioni della corsa battuta dalla pioggia. Iannone e Rins dimostrano un buon passo aiutati anche dalla nuova soluzione aerodinamica portata in pista nelle prime libere, lottano tra di loro per la prima posizione giù dal podio che va al pilota di Vasto. Ma il risultato corale di Suzuki è la cosa più importante della domenica e la poca distanza dai migliori sembra una svolta in una stagione magra di soddisfazioni.

I 'baffi' aerodinamici di Suzuki

Andrea Iannone: “Alla fine è un risultato positivo. Dopo tutto l’anno tornate in queste posizioni e fare una buona parte di gara con i primi, vederli a pochi metri davanti e pensare anche di poter superare è stata una sensazione molto bella, non mi sembrava di essere nel 2017. Sono contento; alla fine ho sofferto un po’ il calo della gomma posteriore. Però sono riuscito a difendermi e a chiudere come quarto, questo è un aspetto importante. La Suzuki è contenta, io anche e la squadra ha fatto un buon lavoro. Speriamo di essere ancora competitivi a Phillip Island”.

Suzuki, bene così!

Alex Rins: “Sono felice per come è andata la giornata. Abbiamo fatto un buon fine settimana, il venerdì è stata introdotta una piccola modifica alla moto a livello aerodinamico (i famosi ‘baffi’ sulla carena frontale, ndr) che ci ha aiutato. In gara mi sono sentito molto a mio agio e adesso proveremo a fare bene anche in Australia”.

Maggiori informazioni sul merchandising di Andrea Iannone e di Alex Rins le trovi nel MotoGP™ store.

Consigliati