Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
11 giorni fa
By motogp.com

Rossi re del Monza Rally

Il nove volte campione fa suo l’appuntamento brianzolo, “Una delle edizioni più combattute”. Bene Marini

Il Rally di Monza si è concluso in modo avvincente e spettacolare e ha visto il trionfo della squadra composta da Valentino Rossi e Carlo Cassina al volante della Ford Fiesta colorata Monster. Il fine settimana automobilistico alle porte di Milano si chiude ancora una volta nel nome del pilota Movistar Yamaha MotoGP che già nel sabato di prime prove speciali aveva occupato la testa della classifica.

Dietro al binomio Rossi – Cassina, Thierry Neuville - Andrea Mikkelsen (Hyundai) e terzi Marco Bonanomi - Gigi Pirollo (Citroen DS3). Giù dal podio ma vicino, Tony Cairoli. Il pluricampione del mondo di cross, che anche nel primo giorno aveva fatto bene, è arrivato quarto in coppia con il navigatore Danilo Fappani.

Ma la vittoria di Valentino ha il sapore dell’impresa facendo suo per il terzo anno di fila il rally della Brianza nonostante la penalità inflittagli di 10 secondi nella PS8, sgretolata poi dal pesarese nella sessione successiva fino a raggiungere vittoria.

In pista sono scesi anche Uccio, responsabile della VR46 Academy e Davide Brivio, team manager Suzuki Ecstar mentre, veloce protagonista di una spettacolare lotta contro il cronometro, Luca Marini (Sky Racing Team VR46) che, al volante di una Fiesta, ha chiuso vicino alla top 10.

Valentino Rossi: “È stato uno dei Rally di Monza più combattuti e spettacolari che ho corso. Sfortunatamente abbiamo fatto qualche piccolo errore, quello del peso dell’auto ci è costato una penalità in termini di crono. Ma poi ho spinto al massimo e dato tutto. Sono molto soddisfatto del risultato e nel fine settimana che dà il via alle vacanze di Natale questo evento ha una atmosfera fantastica. È stato bello competere e condividere questo momento con Uccio, Davide Brivio e Luca (Marini, ndr) alla sua prima qui. È stato veloce e credo che gli sia piaciuto”.

Anche il numero 10 commenta: “La cosa più importante è che mi sono divertito. È stata un’esperienza emozionante ed impegnativa e anche i miei tempi non sono stati così male. Venerdì ero un po’ emozionato e ho sbagliato qualche cosa ma poi ho preso un po’ più la mano e tutto è andato bene. Mi piacerebbe essere qui ancora l’anno prossimo”.

 

 

Consigliati