Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
9 ore fa
By motogp.com

Rossi: “I test dicono tanto sulla stagione”

Il Dottore è impaziente di dare il via alla sua ventiduesima stagione di corse, e punta ad essere tra i migliori

Valentino Rossi è pronto per scendere in pista a Sepang. Alla suo secondo decennio di corse, il nove volte campione del mondo conserva intatta la stessa carica adrenalinica degli esordi e questo è solo parte del segreto che lo fa essere ancora uno dei più forti. Alla presentazione madrilena della scuderia 2018 un Valentino rilassato e sereno parla del primo appuntamento dell’anno in sella alla nuova M1 e del 2017 ormai alle spalle.

Support for this video player will be discontinued soon.

Rossi: “Dobbiamo essere più forti e veloci dell'anno scorso”

“Provo sempre le stesse emozioni quando parte una nuova stagione”, dice Rossi, che nel 2018 farà diciassette anni in MotoGP™ (diciannove nella massima cilindrata) con tredici dei quali passati con Yamaha. “Questo ti dà la carica per trovare le soluzioni ai problemi che possono sempre arrivare durante il campionato”.

La condizione fisica di Valentino, classe 1979, è formidabile. “È fondamentale continuare ad allenarsi nella pausa invernale e mantenere gli stessi livelli durante la stagione. Bisogna fare il massimo ma ora devo avere un po’ di margine pensando anche agli infortuni sofferti”. Come quello della stagione passata, la rottura della tibia e del perone durante una sessione di enduro che lo costrinse ad un recupero record: 21 giorni. “È arrivato in un brutto momento, prima della mia gara di casa quando ero ad un buon punto; ma non mi sono assolutamente abbattuto. La gamba mi faceva meno male rispetto alla prima rottura (Rossi soffrì un infortunio simile anche nel 2010, ndr) e mi sono solo concentrato sul tornare in pista il prima possibile”.

Tra pochissimo il nove volte campione sarà all’International Circuit per il grande avvio del campionato: “Le cose che si capiscono durante i test sono molto importanti. Dicono tanto di come andrà la stagione. Dobbiamo lavorare duro per preparare al meglio il 2018. L'anno scorso non eravamo al meglio, sia io sia il team, in questa stagione possiamo fare di più; sull’elettronica specialmente e sui dettagli in modo da far lavorare correttamente le gomme”. Termina. “Questa è stata la chiave dell’anno scorso”.