Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
14 giorni fa
By Alma Pramac Racing

Petrucci e Miller commentano il loro #QatarTest

Le ultimi prove del precampionato si chiudono con un bilancio più che positivo per Alma Pramac Racing

Gli ultimi test invernali della stagione 2018 terminano con un doppio segno più per Alma Pramac Racing. Danilo Petrucci impressiona con una long run strepitosa e Jack Miller migliora ancora il suo tempo confermandosi nelle top 10 dell’ultimo giorno di prove a Losail (undicesimo nella classifica combinata) dopo il quinto posto in Malesia e Thailandia. Al termine della sessione la pista è stata bagnata per consentire ai piloti di provare in condizioni di pioggia notturna.

Nel sabato l’attenzione è rivolta principalmente alla simulazione gara. Petrucci è partito subito forte fin dal mattino restando a lungo in vetta alla classifica. Poi è entrato in pista per la long run e ha girato con costanza sull’1:55s basso risultando tra i più veloci in assoluto. Il pilota di Terni ha anche chiuso, per il terzo giorno consecutivo, con la velocità massima più alta, 346.2 km/h. Un campo dove sembra già chiaro il duello tra le moto di Borgo Panigale e le Honda.

Support for this video player will be discontinued soon.

#QatarTest, giorno 3. I commenti

“Sono veramente contento”. Dice Petrucci, “Sono riuscito a fare una simulazione gara molto buona con le gomme morbide sia all’anteriore che al posteriore e questo è un dato davvero positivo anche perché abbiamo fatto pochissimi cambiamenti al la moto. Non ho cercato il tempo sul giro ma questo non è importante. Adesso dobbiamo aspettare due settimane ma la fiducia è molto alta”.

Buone sensazioni anche per Jack Miller che ha spinto molto nella simulazione gara riuscendo a far registrare tempi interessanti. Nel time attack di fine sessione l’australiano ha centrato l’ingresso nelle prime dieci posizioni che dà grande fiducia in vista della gara.

“Anche oggi siamo riusciti a fare dei passi in avanti e per questo sono molto soddisfatto”. Afferma Miller, “Abbiamo lavorato sul set up con scelte che ci hanno dato indicazioni positive. Se devo essere onesto faccio ancora un po’ di fatica a trovare il giusto grip ma durante la race simulation ho avuto un buon feeling ed i tempi tutto sommato sono stati buoni. Sono sicuro che possiamo migliorare ancora”.

Nella secondo giornata di prove i due piloti Alma Pramac sono stati vittima di una caduta a pochi secondi l’uno dall’altro nella insidiosa curva 1. I tecnici hanno poi fatto un lavoro straordinario per dare al numero 9 e al numero 43 prototipi sistemati in modo da chiudere in pista la giornata.

“Sono stato anche in vetta alla classifica per qualche giro poi però sono caduto praticamente insieme a Jack”. Racconta il corridore Fiamme Oro. “Non so cosa sia successo, è stata una caduta davvero strana perché non ci sono stati alert. Abbiamo perso un po’ di tempo ma quando sono tornato in pista sono tornato subito veloce. Sono soddisfatto per quanto abbiamo fino ad ora in Qatar”.

La versione di Miller: “Dopo la caduta ho visto Danilo venirmi addosso. E’ stato abbastanza impressionante ma fortunatamente non è successo nulla. Non è stata una giornata facile perché oltre la caduta abbiamo dovuto risolvere un problema alla moto. Ma se devo essere sincero sono molto soddisfatto perché sento che abbiamo fatto molti miglioramenti rispetto a ieri”. Termina. “Sento di avere ancora moto margine. Ci proverò domani”.

Consigliati