Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
17 giorni fa
By motogp.com

Test Moto2™ e Moto3™ a Jerez, certezze per l'esordio

Si chiudono le ultime prove del precampionato, tante le conferme in Andalusia nonostante la variabile climatica

Tags Moto3, 2018

Terminano gli ultimi test del precampionato anche per la Moto2™ e le Moto3™ e, a Jerez de la Frontera, va i  scena l’ultima giornata di prove per le categorie leggere. Un giovedì caratterizzato dalle precipitazioni, costante di queste prove andaluse, e dalla poca attività in pista. Molte squadre hanno chiuso anticipatamente i test e non sono presenti in pista.

In Moto2™ il più veloce della tre giorni, con il passaggio di mercoledì, è stato Sam Lowes. Il ritornato nella media cilindrata ha messo a referto il crono di 1:41.823s dimostrando un ottimo feeling in sella alla KTM della struttura Swiss Innovative Investors.

Nell’ultima giornata di prove Francesco Bagnaia e Luca Marini, piloti dello Sky Racing Team VR46, hanno segnato ottimi tempi. Alla scuderia italiana mancano solo gli ultimi dettagli per l’esordio e Pecco chiude le ultime prove della stagione alle spalle di Iker Lecuona (Swiss Innovative Investors) e Brad Binder (Red Bull KTM Ajo).

“Considerate le condizioni meteo dei tre giorni, un test abbastanza difficile. Abbiamo cercato di recuperare il tempo perso a Valencia e siamo riusciti a provare diverso materiale”. Le parole di Bagnaia. “Molte soluzioni hanno dato un buon riscontro, altre le abbiamo bocciate, ma è normale in un test. Questa mattina abbiamo avuto occasione di girare sul bagnato per lavorare anche agli ultimi dettagli. Chiudiamo questa pre-season con un bilancio positivo: arriviamo in Qatar tra i più forti e preparati”.

“Un test complicato: causa pioggia, non siamo riusciti a completare fino in fondo il nostro piano di lavoro”. Il pensiero di Marini. “L’obiettivo era di concentrarsi sul feeling con gomme usate per migliorare il passo in gara. Le sensazioni sono positive e lasciamo quest’ultimo test soddisfatti del lavoro svolto durante la pre-season. Ci siamo preparati al meglio e sono molto contento. Una nota finale su questi tre giorni: stamattina sono stato molto veloce e costante sul bagnato”.

Il migliore del giovedì però è Fabio Quartararo (Beta Tools Speed Up Racing) che con il tempo di 1:45.174s dimostra grandi doti di adattamento sulle condizioni miste nonostante una scivolata.

Fenati promuove Arbolino: "Lo vedo sul podio in Qatar"

Il rookie più veloce delle ultime prove resta Romano Fenati (Marinelli Snipers Team) L’ascolano ha speso parole di grande fiducia per il suo compagno di box nella piccola categoria, Tony Arbolino.

Proprio il ragazzo di Garbagnate è stato uno dei giovani italiani che si sono messi più in luce in questo precampionato: “Qua a Jerez de la Frontera è arrivato il nuovo motore Honda e abbiamo fatto diversi test lavorando davvero tanto, soprattutto sul freno motore”. Dice Arbolino. “Nell’ultimo turno di ieri la mia squadra ha rimontato il vecchio motore, ma continuare a lavorare su un qualcosa che non avremmo usato era inutile quindi siamo tornati a girare con il nuovo motore. Avevamo come obbiettivo di utilizzare l’ultimo giorno di test per concentrarci sulla messa a punto del motore in vista del Qatar, ma purtroppo il maltempo non è stato dalla nostra parte, riuscendo a scendere in pista durante il primo turno della giornata, e provando poi la moto anche con la pioggia”, termina. “Quindi tutto rimandato alla prima sessione di prove libere in Qatar”.

Al comando della combinata però resta Jorge Martin (Del Conca Gresini Moto3) che nella secondo giornata ha fermato il cronometro sull’1:45.945s. “Credo che l’idea di partenza era quella di ritrovare il feeling già perfetto dell’ultimo test qui a Jerez de la Frontera e devo dire che ci siamo riusciti nonostante il poco tempo in pista”. Commenta il numero 88. “Personalmente credo ci sia ancora da migliorare qualche aspetto, soprattutto in frenata nell’entrata in curva. Abbiamo lavorato anche sul freno motore e siamo praticamente pronti per la prima uscita in Qatar”.

Canet commenta i test andalusi

Lo hanno seguito Enea Bastianini (Leopard Racing) e Aron Canet (EG 0,0 Marc VDS). Il più veloce del secondo giorno è stato Nakarin Atiratphuvapat (Honda Team Asia) con il tempo di 1:52.808s.

Ottimo lavoro per i portacolori dello Sky Racing Team VR46 con Dennis Foggia e Nicolò Bulega motivati per il primo GP ma alle prese non con le migliori prestazioni.

Bulega analizza il suo precampionato

I tempi della giornata e della combinata sono consultabili qui: Moto2™, Moto3™.

Tra una settimana piloto e scuderie saranno impegnate nel primo GP della stagione sulla pista di Losail.

 

 

 

Consigliati