Per la prima volta su motogp.com?Registrati qui

Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
8 giorni fa
By Alma Pramac Racing

Il ruggito desmodromico risuona a casa Lamborghini

Nella fabbrica della supersportiva inizia il 2018 del team Alma Pramac Racing. Petrucci: "Ho grandi aspettative"

Nello splendido scenario della Sala Olimpo della Manifattura Lamborghini a Sant’Agata Bolognese è andata in scena la presentazione del team Alma Pramac Racing 2018.

Alma Pramac Racing raccoglie la sfida

I numerosi ospiti, gli sponsor ed i media sono stati accolti da un splendida installazione con le Lamborghini Aventador e Urus e le Ducati Panigale V4 con un generatore di Pramac a formare la bandiera tricolore, illuminata dalle torri faro di Pramac appositamente fatte giungere a Sant’Agata Bolognese.

Dopo gli onori di casa di Stefano Domenicali, presidente e amministratore delegato Lamborghini, i presentatori di Sky Sandro Donato Grosso e Davide Camicioli hanno accolto in scena Claudio Domenicali (Ceo Ducati Motor Holding), Paolo Campinoti (CEO Pramac e Alma Pramac Racing Team Principal) e Luigi Scavone (Company Shareholder Gruppo Alma) per poi introdurre gli high lights della stagione 2017.

Sulla scena si sono poi alternati Luigi Dall’Igna (Direttore Generale Ducati Corse), Paolo Ciabatti (Direttore Sportivo Ducati Corse) e Francesco Guidotti (Team Manager Alma Pramac Racing) che hanno presentato la stagione 2018 prima che le livree della nuova Ducati DesmosediciGP di Alma Pramac Racing fossero svelate. In sella, Danilo Petrucci e Jack Miller.

“Arriviamo con forti aspettative all'inizio della stagione 2018”. Le parole di Campinoti, “E con vivo entusiasmo ci troviamo a celebrare la presentazione del nostro team in una location così prestigiosa come Lamborghini e con la gradita partecipazione di Ducati. Una grande festa italiana che speriamo possa essere di buon auspicio fin dalla gara di domenica in Qatar. Iniziamo con Alma una nuova affascinante avventura e per questo vorrei ringraziare Luigi Scavone per la fiducia con la quale ha condiviso il nostro progetto”.

Il ruggito desmodromico risuona a casa Lamborghini

“Con questo evento si andranno a riproporre e consolidare gli ideali di senso di appartenenza e di squadra sottesi al gruppo che rappresento, con la certezza che la volontà di essere presenti con forza e voglia di vincere in un evento mondiale rappresenti lo sforzo di tutte le risorse lavorative del gruppo che quotidianamente spendono le proprie professionalità in tutti i settori merceologici dei mercati in cui siamo presenti”. Afferma Scavone.

Il commento del team manager Guidotti, “Il nostro obiettivo è quello di crescere anno dopo anno. Nella stagione 2017 abbiamo fatto un grande passo in avanti grazie ai risultati ottenuti da Danilo Petrucci. Diamo adesso il benvenuto nel team a Jack Miller sul quale riponiamo grandi aspettative. Voglio fare un grande in bocca al lupo ai nostri due piloti, agli ingegneri, ai tecnici e a tutto lo staff del nostro team. Ci aspetta una stagione intensa e dovremo lavorare con grande concentrazione ed entusiasmo se vorremo fare ancora meglio”.

Il protagonisti sono pronti per iniziare al meglio una nuova stagione. Danilo Petrucci, forte dei quattro podi nel 2017, punta deciso alla vittoria: “Sono molto felice di correre un altro anno con Pramac Racing. Sono il pilota che ha corso di più con questi colori e ne vado fiero. Abbiamo fatto sempre grandi cose fin da quando sono arrivato nel 2015. Questa sarà la stagione più importante. Ho una moto ufficiale, ho grandi aspettative e con un anno di esperienza in più cercherò di fare meglio della passata stagione”.

Miller è il nuovo acquisto di casa Pramac: “Sono arrivato nel team con grande entusiasmo. Il countdown è ormai agli sgoccioli e questa è la settimana del primo GP della stagione. Per questo sono molto eccitato e motivato. Fino a questo momento abbiamo fatto un gran lavoro nei test e non vedo l’ora di volare in Qatar per correre domenica”. Termina, “Ho grandi aspettative per questa nuova avventura con Alma Pramac Racing”.

 

Consigliati