Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
8 giorni fa
By motogp.com

Che le danze abbiano inizio a Termas!

La classe regina atterra in Argentina per il secondo appuntamento stagionale, suoni e passione accompagnano il MotoGP™

Siamo arrivati al secondo GP del 2018 e la MotoGP™ è in Sud America dopo la spettacolare prima al Losail International Circuit. Per il sesto anno consecutivo il pubblico di Termas de Rio Hondo potrà seguire il campionato motociclistico più bello che, in questa stagione, si preannuncia ancora più incerto e combattuto.

Support for this video player will be discontinued soon.

#LetsDance, ritmo e passione per il MotoGP™ a Termas

Cantano i motori dei prototipi e si muovono a battito cilindrico i protagonisti della massima serie che, da venerdì 6 a domenica 8 aprile, animeranno la pista sulle rive del fiume Dulce. Nel 2017 fu una doppietta Yamaha: Maverick Viñales e Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) fecero primo e secondo dopo l’uscita di scena di Marc Marquez (Repsol Honda). Il poi campione del mondo era al comando e impegnato nel tentativo di distanziare gli inseguitori. La perdita dell’anteriore lo costrinse al ritiro a pochi giri dalla fine.

Support for this video player will be discontinued soon.

Rossi trionfa al Termas de Rio Hondo

Quello che ci ha detto la prima gara stagionale è che il numero 93 Honda gode di una grande forma nonostante il secondo posto in Qatar. Meglio di lui ha fatto però Andrea Dovizioso (Ducati Team), vincitore a Losail dopo un duello proprio con il re della classe. Il vice campione del mondo non gode di una grande sorte in Sud America nonostante abbia conquistato il podio nel 2015. Da due anni è messo fuori gara da un altro pilota e nel 2017 ha faticato durante tutto il fine settimana. L’appuntamento a Termas dirà molto sulla stagione di Dovizioso come sul quella del suo compagno di box Jorge Lorenzo, un binomio che alla prima del campionato non ha ancora preso il ritmo.

Support for this video player will be discontinued soon.

Il Rewind del #QatarGP

Se la lotta Marquez – Dovizioso ha animato la gara qatariota e pare non ci sia stata una pausa invernale per la tenzone che ha caratterizzato la scorsa stagione, a mettere in pista una prestazione ancora più maiuscola è stato Rossi. Con una netta inferiorità a livello di moto, il Dottore ha tenuto il passo della coppia di testa salendo sul podio. ‘Ci ha messo del suo’, e in questo caso il bagaglio è immenso. Fresco di rinnovo e di un certo futuro in Yamaha, Valentino potrà essere protagonista dove vinse nel 2015 e conquistò due volte la piazza d'onore.

Support for this video player will be discontinued soon.

I commenti nel dopo gara a Losail

Discorso diverso per il collega Viñales. Il catalano pare la copia sbiadita dell’arrembante pilota di inizio 2017 che fece sua la gara argentina dopo il dominio nel precampionato e la vittoria in Qatar. Il quesito: il numero 25 tornerà a quei livelli?

Chi invece veleggia spinto dal vento in poppa è Johann Zarco (Monster Yamaha Tech3). Tra i protagonisti del GP d’apertura, la gara nel deserto non è stata quella sperata dopo la partenza dalla pole. Sul suo futuro si susseguono le voci che lo vedrebbero futuro compagno di box di Marquez a partire dal 2019. Vedremo, sicuro è che il pilota di Cannes è pronto per vincere e chissà per lottare anche in campionato.

Support for this video player will be discontinued soon.

I rookie al battesimo di Losail

Il Qatar è stato l’esordio per quattro rookie. Tra questi Franco Morbidelli (Estrella Galicia 0,0 Marc VDS) che ha chiuso al dodicesimo posto conquistando tre punti iridati entusiasmanti. L’obiettivo è essere il miglior esordiente del 2018 e in Argentina, il pilota VR46 Academy proverà ancora a dettare legge tra i nuovi arrivati.

La FP1 della massima serie inizierà venerdì 6 aprile alle 9:55, le 14:55 italiane. Resta su motogp.com e segui il secondo GP del 2018!

 

Consigliati