Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
9 giorni fa
By motogp.com

Lorenzo e Marquez, è la formazione dei sogni

Cinque titoli il maiorchino, sei il numero 93. Ma quali sono state le coppie più vincenti?

Con l’approdo di Jorge Lorenzo in Repsol Honda, dal 2019 il team ufficiale HRC sarà il più titolato e prestigioso della classe regina. Il maiorchino che saluta Ducati e diventa compagno di box di Marc Marquez per due stagioni è il valore aggiunto di una formazione che già, con Dani Pedrosa, oggi può fregiarsi di nove corone iridate. È stato proprio il saluto del veterano di Sabadell al team ufficiale di Minato ad aprire la carambola di arrivi in ottica 2019 con Lorenzo che arriverà in HRC forte di un blindato contratto di due anni e Danilo Petrucci che prende il suo posto con nella scuderia di Borgo Panigale.

Support for this video player will be discontinued soon.

After the Flag: una martellata al campionato

La coppia Marquez Lorenzo ha un peso specifico enorme sulla griglia di partenza. Un duo di ‘top rider’ che conta unici titoli mondiali e che, in qualche modo, siglano un decennio di dominio: nella linea dei sovrani della classe regina al numero 99 è succeduto proprio l’astro nascente del motociclismo.

Diversi come persone, opposti come stili di giuda ma ugualmente campionissimi, i due entrano nella storia delle formazioni più vincenti.

Support for this video player will be discontinued soon.

Rossi e Lorenzo, sorrisi e distensione al Mugello - GRATIS

In MotoGP™ (dal 2002 ad oggi) solo il team ufficiale Yamaha formato da Valentino Rossi e lo stesso Lorenzo aveva vinto di più. Nove corone iridate il Dottore, cinque i maiorchino.  Poi ci sono stati gli esempi di Casey Stoner e Dani Pedrosa che da campioni del mondo divisero il box per due stagioni dal 2011 al 2012.

Per avere un tal numero di successi iridati dobbiamo scendere all’epoca storica del motociclismo, quattro e due tempi a 500 centimetri cubici.

Era i 1999 e sempre la scuderia ufficiale Honda presentò il binomio Mick Doohan e Alex Criville con un totale di sei titoli.

Nove anni prima fu la Yamaha a mettere in pista il dream team con Eddie Lawson e Wayne Rainey: quattro campionati vinti il primo e tre il californiano. Approdati agli anni settanta possiamo è la epoca d’oro di MV Agusta che nel 1973 presentò due nomi leggendari: Giacomo Agostini e Phil Read con dieci corone mentre nel 1965 i campionati totali dei piloti della marca italiana furono dodici, quelli di Agostini sommati ai successi di Mike Hailwood.

Consigliati