Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
19 giorni fa
By motogp.com

Ad Assen Bagnaia torna davanti

Venerdì perfetto per l’italiano che domina entrambi i turni di libere. Alle sue spalle Mir e Marini

La Moto2™ chiude il venerdì di libere ad Assen e, in cima alla classifica dei tempi, torna nuovamente Francesco Bagnaia (SKY Racing Team VR46). Giornata perfetta per il leader del campionato, che comanda sia la sessione mattutina sia quella pomeridiana. Nella combinata, Joan Mir (EG 0,0 Marc VDS) è secondo e precede il compagno di squadra di Pecco, Luca Marini (SKY Racing Team VR46), terzo. Commenta il numero 42: “Sono soddisfatto del lavoro fatto. Ci resta da capire ancora quale gomma usare per le qualifiche ma tutto va nella direzione corretta”.

Bagnaia migliora il suo tempo delle FP1 lasciando Mir ad un decimo esatto nelle FP2, ma lo spagnolo si dimostra competitivo con la Kalex rimontando dai margini della top 10. Marini resta a 155 millesimi dal leader e recupera terreno dopo la sedicesima posizione delle FP1 ma è insidiato da Fabio Quartararo (Lightech – Speed Up Racing), che chiude la giornata con il quarto tempo a poco meno di due decimi.

Ancora Italia tra i primi dieci: il quinto crono è di Lorenzo Baldassarri (Pons HP40), primo pilota ad andare oltre i due decimi di ritardo. Staccato di 280 millesimi, l’alfiere tricolore del team Pons si porta dietro un gruppo di connazionali. Mattia Pasini (Italtrans Racing Team) chiude con il sesto tempo davanti ad un sorprendente Andrea Locatelli (Italtrans Racing Team).

Attardato Alex Marquez (EG 0,0 Marc VDS), caduto questa mattina e solo ottavo nella combinata a quasi mezzo secondo dal leader della giornata. Chiudono la top 10 Marcel Schroetter (Dynavolt Intact GP) e Romano Fenati (Marinelli Snipers Team), nono e decimo rispettivamente. Diciannovesimo Simone Corsi (Tasca Racing Scuderia Moto2).

Molto indietro anche Miguel Oliveira (Red Bull KTM Ajo): il primo rivale di Bagnaia in campionato non va oltre il dodicesimo tempo complessivo e resta a poco meno di mezzo secondo dal leader, preceduto anche dal compagno di squadra Brad Binder (Red Bull KTM Ajo).

Da segnalare le cadute di Stefano Manzi (Forward Racing Team), scivolato due volte nelle FP2, e di Federico Fuligni (Tasca Racing Scuderia Moto2), entrambi senza conseguenze. A terra anche Tetsuta Nagashima (Idemitsu Honda Team Asia), portato in ospedale per un infortunio alla mano sinistra.  

Bagnaia è stato l’uomo da battere nel venerdì di Assen, riuscirà a confermarsi anche domani? Lo scopriremo a partire dalle 10:55, quando scatteranno le FP3, che precedono la lotta per la pole, alle 15:05.

GP d'Olanda: FP2 Moto2™

Consigliati