Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
11 giorni fa
By worldsbk.com

Si torna in pista: il WorldSBK vola in Portogallo

L’estate è finita ed il paddock torna per un sensazionale decimo Round

Tags MotoGP, 2018

Per le moto del Campionato Mondiale MOTUL FIM Superbike è arrivato il momento di tornare in pista e disputare il decimo Round della stagione, che si preannuncia come l’inizio di un finale di 2018 esplosivo. I piloti si preparano ad affrontare le battaglie sull’ondulato Autodromo Internacional do Algarve, 4.5 chilometri di asfalto che segue lo stile da montagna russa di Portimao. Qui Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) è detentore di un gran record ed i tifosi sono pronti a vivere un fine settimana memorabile.

Il britannico arriva al Round portoghese Nolan con 92 punti di vantaggio in classifica iridata. A Portimao il nordirlandese ha disputato 10 gare nel WorldSBK, conquistando cinque vittorie e 12 podi. Alla luce dei buoni risultati ottenuti sia con la Honda sia con la Kawasaki, è evidente che a Rea piace Portimao. Spera di continuare la sua linea positiva di vittorie, quattro consecutive nel 2018 a partire da Laguna Seca. Cercherà anche il sesto successo di fila in Portogallo. I numeri parlano da soli, mai dare tutto per scontato e sarà la gara a dire il resto.

Chi torna in pista dopo un’estate non facile è Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati), che sta recuperando dall’infortunio alla clavicola causato da due cadute in allenamento. Spera di essere in forma e di poter lottare. Si è fratturato la clavicola nella prima settimana di pausa a seguito di una caduta in mountain bike, rompendola nuovamente due settimane fa finendo a terra mentre faceva Supermotard. Il suo miglior risultato a Portimao è un secondo posto e cerca di migliorarsi, andando a caccia della vittoria. Per questo lotterà in sella alla Panigale R, che disputa le sue ultime otto gare.

Attualmente in terza posizione iridata, Michael van der Mark (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) torna su una pista che lo ha visto conquistare il suo primo podio con Yamaha lo scorso anno dopo una grande battaglia in Gara 2. In Portogallo, l’olandese vanta tre quinti posti nelle quattro gare disputate, oltre ad una vittoria nel WorldSSP nel 2014 ed altre nella STK600. Gli ottimi risultati e dei test solidi lo vedono già in lotta per le posizioni di testa in Algarve.

Il compagno di box, Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) cercherà invece di migliorare il suo miglior risultato, che qui è un quarto posto, ora che si sente sempre più a suo agio sulla R1.

Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia) torna su uno dei suoi circuiti preferiti e punta al miglior piazzamento. L’irlandese, che a Laguna Seca è tornato sul podio, è riuscito a ritrovare le buone sensazioni con la gomma posteriore, portando la RSV4 RF sul podio due volte nel 2018. In Portogallo ha disputato 10 gare, vantando due vittorie, tre podi ed un quarto posto in Gara 2 lo scorso anno. Grazie ai miglioramenti, Laverty sarà un gran contendente alle prime tre posizioni sotto il sole dell’Algarve.

Un altro pilota che ha subìto un infortunio durante l’estate è Leon Camier (Red Bull Honda World Superbike Team). Nei quattro giorni di test a Portimao ad agosto è riuscito a mettere alla prova il suo fisico in vista dell’ultimo terzo di stagione. Dopo la frattura della vertebra C5 nei test per la 8 Ore di Suzuka, è riuscito a sfruttare la pausa per recuperare ed ora è determinato a migliorare i risultati in sella alla Honda CBR1000RR Fireblade SP2. Sarà un gran fine settimana per il britannico, che guiderà una moto tutta nuova grazie al lavoro svolto durante l’estate dalla squadra Ten Kate. In Portogallo ha conquistato quinti posti e ha un buon passo, oltre alla quarta posizione ottenuta lo scorso anno con MV Agusta.

Loris Baz (GULF Althea BMW Racing Team) ha avuto un’estate impegnativa: è stato chiamato come pilota sostitutivo in KTM per la MotoGP™ in Gran Bretagna. Ma i suoi pensieri ora tornano al WorldSBK, dove continua a migliorare con la BMW ed è attualmente 12esimo in classifica. Baz ha corso in Portogallo per l’ultima volta nel 2014 ottenendo un podio in Gara 1 quello stesso anno. I risultati e le abilità in gara saranno chiave per il 25enne questo fine settimana, su un circuito dove non ha mai fatto peggio del settimo posto.

Jordi Torres (MV Agusta Reparto Corse) è stato autore di un buon test qui e cerca ulteriori miglioramenti in vista degli ultimi quattro Round del 2018 nel suo primo anno con la moto italiana. Sono stati fatti molti cambiamenti nei due giorni di test e lo spagnolo spera di poter essere forte come lo scorso anno, dove ha conquistato un quarto posto. Torres ha un ottimo passo in Portogallo, nelle quattro gare disputate è andato a punti e nel 2017 è arrivato quinto. Attualmente 13esimo in classifica, è pronto per la battaglia.

Non perdere nulla dell’azione del WorldSBK a Portimao, che torna in pista dal 14 al 16 settembre. Venerdì verranno disputate le FP1 alle ore 9:45 (ora locale), mentre la Superpole avrà inizio alle 10.30 di sabato, prima di Gara 1, ch scatterà alle 13.00. Il semaforo si spegnerà di nuovo per Gara 2 alle 15.15 di domenica. Si potrà seguire tutta l’azione con il WorldSBK VideoPass.

Consigliati