Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
22 giorni fa
By motogp.com

Viñales davanti nel sabato sera in Qatar

Il pilota Yamaha domina il primo giorno di test a Losail. Rins non molla, è secondo, poi le Ducati ufficiali. Rossi a caccia dei primi

È l’ultimo appello prima del grande inizio. La pista di Losail accoglie i piloti della classe regina e i test in Qatar si aprono con il primato di Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP). Il pilota di Roses, dopo aver dimostra un ottimo passo gara nelle prove malesi, dimostra di avere anche il giro secco e con il crono di 1:55.051s è il riferimento del sabato.

Le veloci Ducati, regine della pista di Losail, sono dietro e più lento di Viñales ma comunque in modalità primato, Alex Rins (Team Suzuki Ecstar) come autore del secondo tempo. 1:55.159s il crono dello spagnolo che sin dalle battute iniziali è rimasto incollato alle posizioni di testa. Già nelle prove malesi il barcellonese aveva impressionato come ritmo e conferma le ottime prestazioni provando nuovi pezzi (vedi il doppio finale). Terzo posto per Andrea Dovizioso (Mission Winnow Ducati Team), con un ritardo di 0,3s.

Nel caldo pomeriggio nel deserto i piloti lavorano da subito ai box e in pista, manca pochissimo all’inizio delle gare e tra i più attesi c’è Jorge Lorenzo. Il maiorchino del team Repsol Honda entra in pista dopo lo stop per infortunio e l’operazione al polso. I suoi saranno passaggi solo per prendere confidenza con il mezzo e lavorare sull’assetto.

Support for this video player will be discontinued soon.

Il ritorno di Lorenzo

“Indubbiamente ho fatto fatica, non sono ancora al cento per cento. Non ho girato molto, ho provato diversi set-up e varie geometrie. Più che altro abbiamo lavorato sull’ergonomia e ho tentato di stare il più possibile in moto”. Le prime impressioni del numero 99 che promuove la potenza della moto. “Domani lavoreremo più sui particolari”.

Marc Marquez, suo collega di box, testa due moto con configurazioni diverse provviste ad esempio di due scarichi distinti. Il campione del mondo è fuori dalla top 5 e vittima di una scivolata di lieve entità. Non il miglior Marquez si dice comunque soddisfatto anche per il recupero fisico dopo l’operazione alla spalla di dicembre.

Fanno benissimo i piloti Ducati e la prestazione ancora una volta è corale. Dietro a Desmo Dovi troviamo Danilo Petrucci (Mission Winnow Ducati Team) autore del quarto tempo ma detta il ritmo per lunghi tratti.

A chiudere la top 5, Valentino Rossi. Il nove volte campione della scuderia Monster Energy Yamaha MotoGP non prova il time attack fino alle battute finali. Lavora sulla nuova M1 e sul passo gara, tentando di attaccare la vetta della tabella tempi quando la temperatura si abbassa e il grip aumenta. Chiuderà a 0,55s dal collega di box. Curioso il siparietto di inizio prove con gli uomini della Casa ufficiale di Iwata impegnati nello studiare da vicino la squadra Ducati.

Bene Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT), durante il pomeriggio il pilota VR46 Academy è stato vittima di una caduta. Nessun problema per lui ma a fine giornata perde contatto con i primi. Continua il grande lavoro nel box satellite Yamaha. Al suo posto, a brillare nella top 5 per alcuni passaggi anche il compagno di squadra Fabio Quartararo. Il transalpino sarà il miglior rookie della giornata.

Fa peggio questa volta Francesco Bagnaia (Alma Ducati Pramac). Dopo il secondo tempo nei test malesi, Pecco effettua un lavoro più di preparazione alla gara. Per lottare contro il crono ci sarà tempo.

Passo in avanti significativo di Pol Espargaro. Il pilota Red Bull KTM Factory Racing resta nelle prime cinque posizioni e chiude come nono.

La nuova RS – GP entra in pista a Losail dopo la presentazione di ieri. Alex Espargaro e Andrea Iannone lavorano con l’aiuto di Bradley Smith. Sulle moto di Noale anche una nuova carenatura e per i due piloti anche una caduta nel pomeriggio, ma senza nessuna conseguenza.

I primi dieci della giornata:

Maverick Viñales – Monster Energy Yamaha MotoGP – 1:55.051s

Alex Rins – Team Suzuki Ecstar – +0,108s

Andrea Dovizioso - Mission Winnow Ducati Team – +0,4s

Danilo Petrucci – Mission Winnow Ducati Team - +0,54s

Valentino Rossi - Monster Energy Yamaha MotoGP - +0,55s

Tito Rabat – Reale Avintia Racing – +0,6s

Fabio Quartararo - Petronas Yamaha MotoGP - +0,7s

Takaaki Nakagami – LCR Honda Idemitsu – +0,7s

Pol Espargaro – Red Bull KTM Factory Racing – +0,9s

Marc Marquez – Repsol Honda - +1,1s

Qui la tabella tempi generale.

La MotoGP™ è in pista per i test in Qatar: non perdere tutti i contenuti di motogp.com, potrai seguire in tempo reale le seconde prove del precampionato 2019 e conoscere tutto su quanto successo in pista con lo speciale After The Flag. Abbonati al VideoPass, resta collegato alla tua passione!