Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
16 giorni fa
By Andrea Dovizioso

This is MotoGP: il rispetto

Andrea Dovizioso si prepara all’assalto al titolo forte di una grande squadra: avversari da battere ma da rispettare, sempre

Sono convinto di una cosa, che il MotoGP™ oggi rappresenti uno degli sport con più rispetto. Non è sempre facile vederlo e accorgersi di questo particolare ma, nella mia carriera, posso dire di aver imparato che il nostro lavoro è imprescindibile da questo aspetto. Ci si rispetta tra piloti anche quando i contrasti sono forti, spesso oltre il limite e fuori dalla pista. C’è una base che ci accomuna tutti, il rischio altissimo di questa disciplina che necessariamente ti deve portare a rispettare un collega chiunque esso sia. Partendo da qui, allora ci si può definire (o ti definiscono come sempre accade) più o meno sportivi, più o meno professionisti, più o meno rispettosi.

Mi definiscono così, forse uno dei piloti che in MotoGP™ ‘ha più rispetto’ degli avversari. Io direi che il mio è un atteggiamento in senso lato, naturalissimo, tipico del mio carattere e che mi ha sempre accompagnato.

Pare che negli anni recenti la mia popolarità sia cresciuta. Il mio nome è oggi più che mai legato a quello del mio team e quello della mia moto, Ducati DesmosediciGP, per molti sono Desmo Dovi. In tanti mi ricordano per quanto ho dimostrato recentemente magari senza sottolineare che sono in questo mondo da diciotto anni provando a dare il massimo in ogni stagione. Riconoscendo questo, i miei critici come i miei tifosi, aumenterebbero un poco di più il rispetto nei miei confronti. Ma questo è un problema mio, marginale.

Support for this video player will be discontinued soon.

#ThisisMotoGP: il rispetto

Mi piacerebbe però parlare di un altro ‘tipo’ di rispetto che mi fa lavorare ogni giorno con la voglia intatta del debutto in MotoGP™, ossia, il grandissimo rispetto che ho per quello che il mio team ha fatto e sta facendo in questi anni. Mi sento acclamato come ambasciatore Ducati, ho dato tanto per questa causa, per riportare questa moto alla vittoria ma è vero anche che tanto mi ha dato questa sfida, questa scuderia. Ad un passo dal titolo per due stagioni, non avrebbe potuto essere così senza il rispetto reciproco tra me, pilota e fine ultimo di un lavoro mosso da tanto impegno e passione, e la mia squadra. Tutto questo merita un grandissimo rispetto e va esaltato.

Sono circondato da professionisti eccezionali, Gigi (Dall’Igna, ndr) è solo uno di loro, e sono convinto che ogni anno che passa il rispetto reciproco tra me e loro aumenti. Tutti noi vogliamo la stessa cosa, vincere il mondiale. Le ottime relazioni, la fiducia e lo spingere in una sola direzione sono le fondamenta di questa impresa cementata da tanto, tanto rispetto.

Ho un nuovo compagno di box, Danilo. Non nascondo che con lui il rispetto viene così facile quanto le ottime relazioni. È una grande persona! Mi piacerebbe solo dire che il mio nuovo compagno lo rispetto fuori e dentro la pista, tantissimo, e che questo non mi frenerà però quando proverò a stargli davanti una volta spento il semaforo (tutti abbiamo già visto quanto va veloce!).

Support for this video player will be discontinued soon.

“Possiamo fare di più di quello che la gente pensa”

Per me è sempre stato così. Massimo rispetto ma totale voglia di essere il migliore. Rispetto Valentino per la sua lunga carriera da vincitore, per essere un rifermento di questo sport ma per me non è un termine di paragone assoluto. Per lui ho un grandissimo rispetto agonistico, ma quando torneremo in pista farò di tutto per batterlo. Marquez mi ha vinto diverse volte ed è il campione; è il pilota più forte ora e merita il rispetto di tutti. Ma io e la mia squadra abbiamo dimostrato di essere forti. Uno dei miei obiettivi in questa stagione e stargli davanti, lottare fino all’ultima curva e rispondere con lo stesso vigore al suo modo unico di guidare per stringergli poi la mano nel park fermé con un sorriso di grande rispetto.

Tra i cordoli gli avversari sono tutti uguali, sono rivali che mi separano dai miei obiettivi. Non sono nemici e li provo a capire, studiare e battere ma senza prenderli come riferimento, mi porrebbe solo dei limiti. Anche questa è una maniera di rispettarli.

Tutto pronto per il primo GP della stagione. Desmo Dovi scende in pista per il grande sogno iridato. Vivi il MotoGP™ con il VideoPass!