Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
30 giorni fa
By Motorsport.com

L'enigma di Yamaha: chi correrà e in che team nel 2021-2022?

Si specula su chi sarà al box con Rossi quest’anno e sulla nascita del nuovo team indipendente per la prossima stagione

La maggior parte dei pezzi del puzzle della formazione dei piloti della MotoGP™️ del 2022 sono andati al loro posto. Tuttavia, dopo la separazione con effetto immediato, durante il campionato, tra Maverick Viñales e Yamaha, c'è molto da decidere sia per questa stagione che per la prossima.

È da tempo che si parla di una promozione di Franco Morbidelli al Monster Energy Yamaha MotoGP dove condividerà il box con Fabio Quartararo a partire dal 2022. Ma con la separazione di Viñales e Yamaha resta un posto libero da occupare nelle file della casa di Iwata per il resto della stagione. Il collaudatore Yamaha, Cal Crutchlow ha sostituito l'infortunato Morbidelli nel Petronas Yamaha SRT in Stiria e Austria e ora per il GP britannico si è unito a Quartararo. Tutto fa pensare che Morbido sarà promosso al team ufficiale non appena terminerà la convalescenza post-operatoria al ginocchio.

Questo effetto a catena lascerà libero l’attuale posto di Morbidelli nel Petronas per il resto della stagione in corso. Il debutto di Jake Dixon in MotoGP™️ a Silverstone dovrebbe essere un caso isolato mentre è molto più quotato il sensazionale ritorno di Andrea Dovizioso.

Morbidelli non contento del pacchetto tecnico

La possibilità di vedere il forlivese con Aprilia nel 2022 è ormai fuori discussione visto che la casa di Noale ha annunciato Viñales come compagno di squadra di Aleix Espargaro. Non è un segreto, Dovi desidera tornare a correre a tempo pieno in classe regina. Il romagnolo potrebbe tornare sullo schieramento di partenza nel 2021 col Petronas Yamaha SRT e avere la possibilità di diventare uno dei piloti del nuovo team indipendente Yamaha nel 2022.

Parlando col nostro inviato Simon Crafar, Johan Stigefelt, direttore del team Petronas SRT, venerdì al GP di Gran Bretagna ha commentato così le voci su Dovizioso: "Stiamo esaminando le opzioni ed è qualcosa che abbiamo intenzione di tenere per noi e annunceremo presto i prossimi passi".

Altrove, per il 2022, Darryn Binder è corteggiato per avere una delle Yamaha indipendenti. L'attuale stella del Petronas Sprinta Racing Moto3™️ è stato invitato a testare una R1 Superbike a Brno prima del Gran Premio di Gran Bretagna, aggiungendo carburante alla speculazione che il sudafricano potrebbe diventare il primo pilota a saltare dalla Moto3™️ direttamente alla MotoGP™️ dopo Jack Miller (Ducati Lenovo Team).

"Sì, mi è stata proposta l'opportunità di guidare una Superbike a Brno, non potevo lasciarmi sfuggire l'occasione di provare una moto grande - ha detto Binder riferendosi al test in Repubblica Ceca per poi aggiungere sul suo futuro - Ho un manager e questo è il suo lavoro, quindi so che è molto impegnato e sono sicuro che qualsiasi cosa abbia proposto per me avrò una buona opportunità".

Binder è ottimista dopo il suo debutto con una moto "grande"

Stigefelt, sempre parlando con Crafar venerdì a Silverstone, ha confermato che Binder è uno dei piloti che stanno considerando per il 2022: "Ora non posso dire nulla perché stiamo valutando i piloti per il futuro. Lui è una scelta interessante ma al momento non abbiamo nulla di concordato o firmato e abbiamo intenzione di tenerlo così per ora e nel prossimo futuro".

L'enigma Yamaha è affascinante. Le voci su chi sarà il pilota nel Petronas Yamaha SRT per il resto del 2021 e il mistero che verte intorno alla nuova formazione di protagonisti per il 2022 si fa sempre più interessante. Resta su motogp.com per scoprire tutte le novità.

Consigliati