Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
25 giorni fa
By DAZN

La famiglia, il pilastro nel successo di Quartararo

Neocampione del Mondo MotoGP™ a Misano, El Diablo lascia andare le emozioni sottolineando l'importanza della sua famiglia

Fabio Quartararo (Monster Energy Yamaha MotoGP) ha sempre dimostrato di essere un pilota molto emotivo, in pista e fuori. Domenica scorsa al Misano World Circuit Marco Simoncelli, come previsto, ha lasciato andare le sue emozioni dopo essere stato incoronato Campione del Mondo MotoGP™. Quando ha visto la bandiera a scacchi era scatenato e sul set per parlare con le diverse televisioni non riusciva a trattenere le lacrime di fronte alle domande dei media. Questa è la reazione che ha avuto al microfono della reporter di DAZN Spagna, Izaskun Ruiz

"Non so cosa dire, ad essere onesti, sono senza parole. È il mio sogno da quando sono nato essere Campione del Mondo MotoGP™ e oggi l'abbiamo fatto, quindi non so cosa dire.... Grazie a tutti coloro che mi hanno sostenuto nei momenti difficili, nei momenti in cui ero lontano ma siamo saliti di nuovo e siamo Campioni del Mondo" ha esordito il giovane pilota di Nizza, il nuovo re della classe regina. 

Interrogato sui "momenti difficili" che ha incontrato sulla sua strada, Quartararo ha guardato indietro: "Penso che nei momenti più difficili, come in Argentina 2018 in Moto2™, dove mi ero qualificato 28°, in quel momento mi sono detto 'o mi do una regolata o finisco a casa'. In quel momento abbiamo fatto un passo avanti. Grazie anche a Speed Up, che all'epoca non mi ha mai messo sotto pressione per ottenere risultati. Anche l'opportunità di arrivare in MotoGP™ e in quel momento tutto è stato lanciato ma credo che quel momento sia stato il più concreto". 

Le emozioni erano tante ed El Diablo ha spiegato come ha vissuto il momento in cui ha tagliato il traguardo: "Ho pianto per mezz'ora, ho urlato per mezz'ora ed è solo l'inizio. Non vedo l'ora di vedere se posso ancora parlare domani o no ma ciò che è certo è che stiamo andando a festeggiare con la famiglia e la squadra". È stato allora, quando gli è stato chiesto dei suoi genitori, Etienne e Martine, e dell'importanza della sua famiglia nel suo successo. 

"Qui ci sono i miei genitori e mio fratello con la sua ragazza. Mi hanno sostenuto in ogni momento e volevo che fossero qui e a Portimao ma abbiamo vinto qui, per cui sono molto felice" ha detto il francese, immerso nelle lacrime, nell'imperdibile intervista di Izaskun Ruiz che puoi guardare integrale QUI

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati