Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
19 giorni fa
By gazzetta.it

Rossi: “Zarco non è cattivo, ma non capisce le distanze”

Ad Assen centoquindicesima vittoria per il Dottore che nel post gara commenta il contatto con il rookie transalpino

La vittoria di Valentino Rossi (Movistar Yamaha) sulla pista della Drenthe è stata sensazionale. Un successo di tattica, lotta e cuore che lo porta ancora vicino ai primi in classifica iridata. Esaltante il duello del nove volte campione con il connazionale Danilo Petrucci (Octo Pramac Racing) che, fino alla bandiera a scacchi, ha provato con ardore e bravura a sottrargli la gioia del decimo gradino più alto del podio all’Università delle due ruote. Ma il Dottore, poco prima della metà di gara, ha dovuto sfidare Johann Zarco, competitivo rookie su M1 satellite che era partito dalla pole. Tra i due, come era già successo ad Austin, una lotta senza esclusione di colpi e Zarco che per tenere la posizione tocca con la ruota anteriore la Yamaha ufficiale e la gamba di Rossi. A fine gara, prima di celebrare la vittoria, Valentino commenta l’accaduto a Gazzetta.it con una battuta:

“Ho capito che non è cattivo”, dice il Dottore “Semplicemente non capisce le distanze tra una moto e l'altra. Comunque grazie Zarco! Questa mia tuta era nuova, doveva durare almeno fino al GP d'Austria. Se non riescono a pulirla (mostrando il segno nero lasciato dall’anteriore della M1 Tech 3, ndr) gli manderò la fattura a casa!”.