Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
50 minuti fa
By Sky Sport MotoGP HD

Dovi: "Marquez il favorito poi io, Rossi e Viñales"

Il vicecampione si prepara al primo GP, la convinzione è altissima per essere ancora nel pieno della corsa al titolo. Lo dice a Sky Sport

Il Campionato del Mondo MotoGP™ 2018 sta per partire e Andrea Dovizioso è a Losail per il primo appuntamento del calendario. Dopo una grandiosa stagione scorsa, caratterizzata dal duello per la corona iridata con Marc Marquez (Repsol Honda), il pilota del Ducati Team guarda con alte prospettive alla bagarre che da venerdì si accenderà dal Qatar. Sulla pista nel deserto, Desmo Dovi e la sua Ducati hanno sempre fatto ottime gare; non ci potrebbe essere avvio migliore per inseguire quello che non è arrivato, per pochissimo, nel 2017.

Dovi: "Quest'anno sono un pretendente al titolo"

“Sono molto contento del lavoro che ha fatto Ducati durante l’inverno”, commenta Dovizioso. “A Losail la nostra moto è sempre andata bene e sembra che in questa stagione sia addirittura meglio. Arrivo al primo GP con grande fiducia. Manca ancora qualche particolare da sistemare, per questo dovremo aspettare l’appuntamento in Qatar dove, a partire dalle condizioni ambientali, tutto potrà cambiare rispetto ai test. Conosco i punti di forza del nostro prototipo e penso di avere l’esperienza necessaria per gestire ogni situazione”.

Mi aspetto che Lorenzo vinca delle gare quest’anno e mi renda la vita difficile, ma sono pronto Andrea Dovizioso - Ducati Team

A pochissimo dall’ingresso in pista, in una intervista esclusiva a Sky Sport MotoGP il forlivese ha toccando argomenti caldi come ad esempio il suo rinnovo contrattuale, punto ancora in sospeso. Nel programma 'Dovi Vai' il numero 4 è stato intervistato da Sandro Donato Grosso, ripercorrendo il 2017 e raccontando le sue sensazioni all’inizio della stagione.

A che punto sono i rinnovi di Dovi e Lorenzo?

“Non abbiamo ancora cominciato a parlarne, sono curioso di vedere come andrà perché abbiamo fatto cinque anni insieme con alti e bassi”. Dice il romagnolo, introducendo il delicato tema della trattativa con la Casa di Borgo Panigale. “Adesso ci troviamo in una situazione particolarmente positiva, per tutti e due. Non mi interessa più di tanto come Jorge condurrà la sua trattativa e non penso che le nostre situazioni siano in relazione l’una con l’altra”.

Dovizioso ha anche dato delle percentuali su chi sarà il prossimo campione, dicendo la sua sulla corsa iridata: “Marquez è il favorito, perché non c’è una ragione per cui non lo possa essere. Ma a me darei un punto in meno di possibilità rispetto a lui perché l’anno scorso è riuscito ad arrivarmi davanti, è riuscito nelle 18 gare a fare qualcosa di più e quindi ci vuole un altro step”. Quindi dove si trova Desmo Dovi nella lotta per il trono della classe? “Al mio stesso livello metto Rossi e Viñales. Vale ha l’esperienza per risollevare una situazione non facilissima. Petrucci è molto forte, se rimarrà in orbita Ducati o no dipende da lui che deve fare risultati migliori dell’anno scorso per avere la possibilità di entrare in un team ufficiale, ma bisogna anche vedere cosa decidono di fare gli altri piloti Ducati”. Termina. “Mi aspetto che Lorenzo vinca delle gare quest’anno e mi renda la vita difficile, ma sono pronto”.