Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
22 giorni fa
By @Ducaticorse

Ciabatti e MSMA al fianco di Dorna per un nuovo calendario

Il direttore sportivo del Ducati Team dice di essere in costante contatto con i dirigenti delle altre case per far fronte all’emergenza

Paolo Ciabatti, direttore sportivo di Ducati Corse, è una delle figure chiave all’interno della casa costruttrice emiliana e domenica 5 aprile ha partecipato ad un Instagram Live per spiegare come stiano affrontando questo momento storico segnato dal Covid-19. Insieme al dirigente, hanno partecipato alla diretta anche Andrea DoviziosoDanilo Petrucci e il collaudatore Michele Pirro e il team manager Davide Tardozzi in un’intervista coordinata dal giornalista inglese Gavin Emmett

Durante la chiacchierata, Ciabatti ha detto di essere in costante contatto con i responsabili delle altre case costruttrici e con gli organizzatori della MSMA (Motorcycle Sport Manufacturers Association) e tutti insieme cercano di aiutare Dorna a riprogrammare il calendario del MotoGP™ per il 2020.  

“Siamo abituati a viaggiare, adesso dovremmo essere ad Austin – precisa Ciabatti - Invece, siamo chiusi in casa ma sappiamo che dobbiamo farlo. Naturalmente non è quello che ci aspettavamo, ma purtroppo, si sta vivendo la stessa situazione quasi in tutto il mondo. Dobbiamo essere forti, restare a casa e speriamo che questo periodo difficile per tutti finisca presto e solo dopo potremo tornare a divertirci con la nostra passione: le corse, in compagnia dei nostri amici”. 

“Non siamo in ufficio da quasi un mese e l’azienda è chiusa dal 13 marzo. È una situazione difficile, non solo per quanto riguarda la parte agonistica ma anche per la produzione perché non stiamo costruendo moto. Speriamo che le cose tornino presto alla normalità”. 

“Facciamo molte riunioni via Skype col personale con cui di solito ci troviamo in ufficio, inoltre stiamo cercando di individuare quale sia la posizione degli altri costruttori e dei membri della MSMA per capire che tipo di misure possiamo suggerire a Dorna. Sono sicuro che sono molto impegnati a definire la situazione attuale ma credo che, dal canto nostro, possiamo suggerire delle soluzioni che potrebbero essere prese in considerazione per iniziare il campionato in sicurezza. Per il momento, dobbiamo restare al sicuro e vedere quando la pandemia inizierà a rallentare. Poi, dobbiamo pensare a diverse soluzioni per iniziare il campionato quando sarà sicuro”. 

“Speriamo di poter disputare 10 gare che, secondo me, sarebbero sufficienti considerando le circostanze. Non è la situazione ideale ma in questo momento non stiamo vivendo in un mondo ideale quindi dobbiamo trovare un piano di emergenza e cominciare a reagire il prima possibile. Credo che, considerando le circostanze, 10 gare sarebbero accettabili. So che la FIM ne richiede almeno 13 per convalidare un campionato, ma questo è l’obiettivo minimo in condizioni ‘normali’ ma non siamo in una condizione normale in questo momento. L’importante è iniziare a fare alcune gare quando sarà possibile ma prima di pensare a questo dobbiamo restare tutti al sicuro”. 

Vivi il meglio della stagione seguendo i test e i Gran Premi LIVE e OnDemand con il VideoPass!