Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
4 giorni fa
By La Repubblica

Rossi: “Correre per almeno altri due anni e diventare padre”

Il Dottore parla del suo futuro tanto in pista come fuori, del vaccino e dell’emozione di vedere i piloti dell’Academy in MotoGP™

Questa domenica al Losail International Circuit, Valentino Rossi darà inizio alla sua 26° stagione nel Campionato del Mondo e, dopo aver trascorso tanti anni nel team ufficiale, torna a difendere i colori di una squadra satellite: il Petronas Yamaha SRT.

Intervistato da Massimo Calandri di La Repubblica, il nove volte Campione del Mondo ha spaziato parlando del suo futuro da pilota e di quello da uomo che desidera diventare padre, della fortuna di potersi vaccinare in Qatar e dell’emozione di sfidarsi in classe regina con i piloti della VR46 Riders Academy.

Il pesarese torna a parlare delle scelte prese da lui e dal costruttore dei tre diapason lo scorso anno: “Yamaha per la squadra ufficiale ha scelto Viñales e Quartararo: li capisco. Però sono andato lì, gli ho detto: Non mi lascerete mica a piedi? Non potevano dirmi di no: eccomi con la squadra satellite, il Petronas Yamaha SRT”. Una formazione dove farà squadra con Franco Morbidelli, uno dei suoi allievi dell’Academy, ma in pista arriveranno altri dei suoi pupilli: “E poi Luca, mio fratello, Pecco Bagnaia, uno dei miei ‘studenti’. È troppo divertente: come andare a giocare al calcetto con gli amici il lunedì sera, noi invece si corre in pista la domenica”. Parla poi del suo futuro in pista e delle relative clausole contrattuali: “Ufficialmente per un anno, però il mio obiettivo è correrne ancora due. Dipenderà da come vanno le cose nel 2021: se mi diverto, lotto per vincere o per il podio, se resto tra i migliori 5, allora continuo”.

Per quanto riguarda il ritorno di Marc Marquez (Repsol Honda Team), che salterà almeno il primo Gran Premio dell’anno, il Dottore sostiene che l’atteggiamento degli altri piloti sia cambiato: “In sua assenza, gli altri ragazzi sono cresciuti molto. E non hanno più paura di lui”. Non possiamo che aspettarci delle battaglie imperdibili!

Lo spettacolo inizierà questa domenica col Barwa Grand Prix of Qatar ma, prima di dare inizio a questo evento, il Governo del Qatar e Dorna Sports hanno reso possibile a tutto il personale impegnato nel paddock di vaccinarsi, se lo vorranno, un’occasione che il Dottore ha colto al volo: “Sì, siamo dei privilegiati” e precisa di aver già ricevuto la prima dose e la seconda la riceverà dopo il secondo Gran Premio. Inoltre, Rossi sottolinea l’importanza dello sport soprattutto in un momento come questo: “Noi del MotoGP™ possiamo almeno portare un pizzico di gioia, leggerezza: siamo come il calcio e la F1, un intrattenimento. La gente quando mi vede mi vuole bene perché ho fatto passare loro un sacco di domeniche belle. E ora ne hanno davvero bisogno”.

L’esperienza del Covid-19 Valentino Rossi l’ha vissuta sulla sua pelle lo scorso ottobre trascorrendo quasi un mese lontano dalle piste: “Io, che da quando sono nato è sempre una festa, perché chiunque incontro mi sorride e mi sembra di portare allegria: mi sono sentito un appestato. Un diverso. Credo di aver capito cosa sia la solitudine: non mi era mai successa una cosa del genere”.

Lasciando da parte ciò che la pandemia ha comportato, e il futuro sportivo, Rossi confessa di nutrire sempre di più il desiderio di diventare padre: “Vorrei un bambino. È un po’ che ci penso, credo di avere trovato la ragazza giusta. Uno o due figli: si può fare. Anche perché dopo passano gli anni e ti annoi, così invece ne vale la pena”. Per quanto riguarda i figli non ha dubbi, ma il matrimonio non è proprio nelle corde del Dottore.

Intanto, domenica 28 marzo, Valentino Rossi disputerà la gara che inaugurerà la sua stagione numero 26 nel Campionato del Mondo e in pista con lui ci sarà anche il fratellastro Luca Marini insieme agli altri ragazzi della VR46 Academy. Vivi tutto lo spettacolo con noi di motogp.com!

Segui tutte le sessioni, guarda le interviste esclusive, le gare storiche e tanti altri fantastici contenuti: tutto col VideoPass!

Consigliati