Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
3 giorni fa
By motogp.com

Bezzecchi, peccato ma non si fanno calcoli!

Ad Assen, il pilota VR46 Academy è fuori gara dopo una caduta. Perde la testa in campionato ma non molla

“Cadere all’ultimo giro fa sempre male, e quando sei nel gruppo di testa è ancora più dura da digerire”. È l’amaro commento di Marco Bezzecchi a fine gara nel GP d’Olanda. Per il portacolori Redox PruestelGP una prova che da gloriosa è diventata deludente. In lotta per la vittoria dopo la partenza dalla ottava casella e una prova in risalita lottando contro le agili Honda.

GP d'Olanda: gara Moto3™

“Ci ho voluto provare. Senza calcoli, come ho sempre fatto”. Dice il numero 12 che per una gara ha messo da parte l’istinto di conservazione e ha spinto fino all’errore che però gli è costato la vetta iridata. Ora Bezzecchi è secondo a due punti dal nuovo leader, Jorge Martin (Del Conca Gresini Moto3).

“Il fine settimana era partito abbastanza bene con il primo posto nella FP3, in gara per fortuna sono riuscito a partire bene e a trovarmi subito nel gruppo di testa. A due giri dalla fine mi riesco a passare tutti e mi trovo in testa. Provo ad allungare ma è impossibile. Siamo tutti al limite e anche il forte vento non aiuta”, descrive la caduta, chiave di volta del GP: “Li vedo davanti a me, apro forte e la moto mi parte sul davanti. Niente da fare, mi trovo a terra a pochi metri dal traguardo”.

Un errore che però fa nascere una grande convinzione per le prossime gare: “Peccato, mi dispiace davvero per il team che ha lavorato tantissimo (nel warm up abbiamo fatto fuori il motore e rimettere a posto la moto per la gara non è stato un lavoro da poco) e per i miei tifosi”. Termina. “So però che siamo sulla strada giusta per poter far bene nelle prossime gare. Mancano solo pochi prima del Sachsenring, ci arriveremo carichi a mille!

 

 

 

 

 

Consigliati