Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
22 giorni fa
By motogp.com

Sogni e duelli aperti sotto il cielo malese

La MotoGP™ vive l’ultimo appuntamento del triplete asiatico. Si corre a Sepang palcoscenico di successo

Il sogno di Sepang si fa reale per Hafiz Syahrin (Monster Yamaha Tech3), rookie della classe regina attesissimo dal pubblico di casa nel prossimo GP del calendario. La Malesia accoglie la MotoGP™, il titolo di campione del mondo è già stato assegnato e Marc Marquez non ha più nulla da chiedere ai proprio sogni, per ora.

Support for this video player will be discontinued soon.

I sogni diventano realtà

Cinque volte re della massima categoria, arriva sulla pista di Kuala Lumpur in cerca di altri record e pronto a cancellare l’amaro epilogo australiano: out dopo il pauroso incidente con Johann Zarco (Monster Yamaha Tech3).

Support for this video player will be discontinued soon.

“Ho visto la M1 volare”

Continua ad essere matematicamente aperta la lotta per il secondo posto in classifica generale. È un duello tutto italiano quello tra Andrea Dovizioso, secondo con 210 punti e Valentino Rossi, terzo a 195. Una sfida da seguire quella tra l’alfiere del Ducati Team e il pilota Movistar Yamaha MotoGP con il numero 4 che però ha allungato di qualche punto dopo la prova sulla baia dove Rossi è stato frenato da prestazioni non brillanti della sua moto.

Support for this video player will be discontinued soon.

MotoGP™ Rewind: una sintesi del #MalaysianGP

La gara del 2017 finì nelle mani di Dovizioso, che vinse la lotta con Marquez tenendo aperta la corsa iridata fino a Valencia. Oggi da assegnare c’è anche il titolo costruttori dove la marca alata vede il ritorno di team di Borgo Panigale in questo finale di campionato.

Support for this video player will be discontinued soon.

Rossi: “Mi scivolava il posteriore”

Valentino adesso deve guardarsi le spalle anche dal collega di box Maverick Viñales. Il talentuoso spagnolo ha vinto la gara australiana e riportato al successo la Casa dei tre diapason dopo 490 giorni di digiuno. Il numero 25 sembra aver trovato la via maestra e Sepang potrebbe essere la grande conferma che le nuvole sono definitivamente passate.

In Malesia dovrebbe rientrare Jorge Lorenzo. Il maiorchino del Ducati Team è rimasto in Europa dopo l’intervento al polso reso necessario a causa dei postumi dell’incidente a Buriram. In seguito al via libera dei medici, proverà a prendere parte alle prime libere ma nel caso non dovesse farcela spazio a Michele Pirro che sostituirà Alvaro Bautista, ottimo sulla DesmosediciGP ufficiale in Australia, come rimpiazzo del cinque volte campione.

Support for this video player will be discontinued soon.

Il fine settimana perfetto di Bautista

Da seguire la lotta per essere il miglior pilota satellite. Da bagarre a tre questa passa a due dopo l’uscita di scena definitiva del primatista di questo campionato nel campionato. Cal Crutchlow (LCR Honda Castrol) è stato vittima di un infortunio a Phillip Island e la rottura della tibia lo costringe ai soli piani per il 2019. In 4 punti si contendono la corona di miglior pilota non ufficiale Danilo Petrucci (Alma Pramac Racing) e Johann Zarco (Monster Yamaha Tech3) con il francese che l’anno scorso andò a podio a Sepang.

Franco Morbidelli (EG 0,0 Marc VDS) avrà un compito difficile: frenare Syahrin caricato dall’affetto dei tifosi nel recupero per essere il miglior rookie. 46 punti per l’italiano, 34 per il malese che darà tutto nella prova di casa. È un altro duello sul quale puntare i riflettori.

Il GP a Sepang inizierà venerdì 2 novembre. Gli orari sono in GMT + 8 e la MotoGP™ scenderà in pista alle 3:55 italiane per la FP1.

Giovedì 1 novembre la consueta conferenza stampa che apre l’evento alle 10:00 italiane.

Consigliati