Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
11 giorni fa
By motogp.com

Quartararo vincerà il titolo nel 2020?

Già all’esordio in MotoGP™ è protagonista di numerosi corpo a corpo con Marquez facendo crescere sempre più le aspettative su di lui

Sei pole position e sette podi. In tanti si aspettavano delle buone prestazioni da parte del pilota Nizza ma nessuno si sarebbe immaginato un debutto del genere da parte di Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) al suo primo anno in classe regina.

“Molti hanno detto che ero troppo giovane, che non avevo abbastanza esperienza per meritare un posto simile o che non ero salito abbastanza volte sul podio” aveva dichiarato il francese in un’intervista all’inizio dell’anno.

Support for this video player will be discontinued soon.

Quartararo: “Dicevano che non ero pronto”

Ma poi, è stato in pista che ha risposto a chi non lo riteneva pronto per affrontare la sfida nella massima categoria vincendo il titolo di rookie dell’anno a Motegi guadagnandosi una moto ufficiale all’interno della squadra satellite. Una rivincita niente male soprattutto perché arriva dopo aver lottato numerose volte con Marc Marquez (Repsol Honda Team).

Non c’è più nulla che può intimidire ‘El Diablo’! Il pilota di Nizza ha dimostrato molte volte nel corso di questa stagione di essere di grado di sfidare il campione del mondo, com’è successo a Sepang o a Buriram ma ancora prima a Misano e in fine a Valencia. Certo, il transalpino non è ancora riuscito a battere lo spagnolo in gara ma gli ha comunque rimosso un record: quello del poleman più giovane in classe regina. Un primato firmato a Jerez lo scorso maggio, appena due settimane dopo il 20° compleanno di Fabio Quartararo.

Support for this video player will be discontinued soon.

Quartararo in pole, Morbido in prima fila

Così facendo, il francese ha fatto persino meglio di piloti leggendari di questo sport al loro debutto, come ad esempio Dani Pedrosa o Jorge Lorenzo, autori di quattro pole position nell’anno d’esordio in MotoGP™. Il maiorchino è salito sei volte sul podio nel 2008, primo anno in classe regina e, come il suo connazionale, ha vinto almeno una gara nell’anno d’esordio, un risultato anche ancora manca al pilota di Nizza, ma che cercherà di raggiungere nel 2020.

In ogni caso, i risultati del rookie del 2019 fanno impressione anche allo stesso Marquez che lo ha individuato come “rivale per il titolo”. D’altro canto, il Petronas Yamaha SRT è un team giovane ma composto da grandi professionisti che sapranno supportare al meglio Quartararo nel suo primo anno con la M1 ufficiale, la stessa con cui disputeranno il campionato Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP) e Valentino Rossi (Monster Energy MotoGP Yamaha) così come il suo compagno di squadra Franco Morbidelli (Petronas Yamaha SRT).

Abbonati al VideoPass e vivi tutte le emozioni di una stagione imperdibile!