Acquisto Biglietti
acquisto VideoPass
News
12 giorni fa
By motogp.com

Alex a Misano fa la doppietta. Marc e Vale sul podio

Il più giovane dei fratelli Marquez domina la corsa che conclude davanti al fratello e al padrone di casa, Valentino Rossi

Tags MotoGP, 2020

La Gara Virtuale 4 è al disopra di ogni aspettativa. Questa domenica 17 maggio alcuni dei protagonisti della massima categoria si sono sfidati al Misano World Circuit Marco Simoncelli, pista dove non sono mancate le sorprese. 

Dopo nove giri di pura adrenalina, è Alex Marquez (Repsol Honda Team) ad aggiudicarsi il primo posto, conquistando così la sua seconda gara virtuale che arriva dopo la sfida inaugurale svoltasi al Mugello. Il campione del mondo in carica della Moto2™ s’impone sul fratello e compagno di squadra Marc Marquez (Repsol Honda Team) e su Valentino Rossi (Monster Energy Yamaha MotoGP). Per i due top rider della massima categoria si tratta del primo podio in una Gara Virtuale e per il Dottore non può che avere un sapore particolarmente speciale questo risultato visto che arriva in occasione della sua gara di casa. 

I momenti più emozionanti della Gara Virtuale 4 del MotoGP™

Fabio Quartararo (Petronas Yamaha SRT) si assicura la partenza dalla prima casella dello schieramento ma il più giovane dei fratelli Marquez, secondo al via, non tarda molto a strappargli la posizione mentre Francesco Bagnaia (Pramac Racing), a chiudere la prima fila, si difende dall’avanzata dei piloti della seconda linea: Maverick Viñales (Monster Energy Yamaha MotoGP), Rossi Marc Marquez. Il Dottore deve subito combattere su due fronti trovandosi imbottigliato tra le Honda dello spagnolo e di Takaaki Nakagami(LCR Honda Idemitsu). 

Alla prima curva, il Top Gun del MotoGP™ finisce a terra e solo poche curve dopo anche il suo compagno di squadra commette lo stesso errore. A metà della prima tornata, Mir si prendere la terza posizione ma Alex Marquez torna a superare il maiorchino che finisce sulla ghiaia. Anche Pirro cade mentre si batte con tenacia contro Lorenzo Savadori (Aprilia Racing Team Gresini). A pochi metri dal termine del primo giro, Pecco perde il vantaggio conquistato in qualifica in seguito ad una caduta che lo vede finire in ultima posizione. 

All’inizio del secondo giro, Viñales finisce sulla ghiaia per la seconda volta mentre El Diablo prende il comando della gara seguito dai fratelli Marquez nel frattempo Rossi Mir si contendono il quarto posto. Quartararo scivola lasciando al più giovane dei fratelli catalani il comando della gara riuscendo poi a riprendersi il secondo posto. Anche il pilota del Suzuki Ecstar finisce di nuovo a terra e passa  in quinta posizione alle spalle del Dottore

Dopo una lunga contesa, Alex Marquez Quartararo finiscono sulla ghiaia quando mancano due tornate alla bandiera a scacchi; il campione del mondo in carica della massima categoria ne approfitta per andare in testa mentre il suo compagno di squadra e il pilota di Nizza difendono il secondo e il terzo posto. Rossi prepara l’attacco mettendo El Diablo nel mirino. A poche curve dalla fine della corsa sfuma ogni possibilità di aggiudicarsi la medaglia di bronzo per Quarta che cade ancora una volta lasciando così la strada libera al Dottore che firma, come Marc Marquezil primo podio virtuale

Quartararo paga l’errore restando al margine del podio chiudendo col quarto posto seguito da Mir e da Viñales in sesta posizione. Francesco Bagnaia Nakagami sono rispettivamente settimo e ottavo davanti a Savadori, Tito Rabat (Reale Avintia Racing) e a Michele Pirro (Ducati Team) a completare l’ordine di arrivo. 

Interviste esclusive, gare storiche e tanti altri contenuti fantastici: tutto questo con il VideoPass!